Lucarelli, battaglia contro pagina Fb: "Chiudetela, diffonde link porno e bullismo"

CRONACA
Lucarelli, battaglia contro pagina Fb: Chiudetela, diffonde link porno e bullismo

Nuova battaglia a colpi di post per Selvaggia Lucarelli. Da circa ventiquattrore su Facebook tiene banco lo scontro - dai toni decisamente alti - fra la blogger e il gruppo 'Sesso Droga e Pastorizia" reo, secondo Lucarelli, di diffondere sul social immagini e link a video porno e di permettere ai suoi utenti "commenti che sono oltre il bullismo". Oggetto dell'ira di Selvaggia, la diffusione sistematica che la pagina con oltre un milione di utenti farebbe di "tutti i link porno che denunciano i giornali e le TV da mesi". Il riferimento della blogger è alla "Leotta di turno", ma anche al recente caso di Tiziana, la 31enne suicida proprio in seguito alla diffusione virale di alcuni video che la ritraevano.


"Aspetto che si muova fb e magari la polizia postale. È veramente ora di finirla", auspica Selvaggia, che racconta di un duro scambio privato di messaggi con l'admin della pagina, di minacce di un cosiddetto 'shitstorm' nei suoi confronti e della decisione di denunciare gli amministratori - "di cui ho tutti i nomi e cognomi" - per "istigazione a delinquere (suggeriscono di hackerarmi il cellulare), bullismo, diffamazione".

Ma 'Sesso Droga e Pastorizia' non ci sta e replica duramente alla blogger, attaccandola in diversi post nell'arco di un giorno e incitando i fan a "smascherare" "questa Barbara D'Urso dei social" : "Stiamo parlando di una - accusano - che sul suo sito scrive articoli su Tiziana Cantone, sulla Buccino. Si avete capito bene, questa tizia sul suo sito ha dei banner, voi cliccate sui suoi articoli con moralismo spicciolo e lei guadagna sulle tragedie. Noi siamo 4 scappati di casa che si divertono a scrivere puttanate su facebook nel tempo libero, lei ha fatto dello sciacallaggio un lavoro". Un concetto ribadito più volte, con screenshot della bacheca di Lucarelli che rimandano alla vicenda della diffusione virale del video con protagonista una giovanissima Belen Rodriguez.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.