Dal filler al 'lip lift', le 5 tecniche per ottenere labbra più carnose

CRONACA
Dal filler al 'lip lift', le 5 tecniche per ottenere labbra più carnose

(Fotogramma)

"Labbra rosse sulle quali morire", cantava Battisti all'inizio degli anni ’70. Ancora oggi le labbra continuano ad essere un simbolo di seduzione e femminilità tanto che sono sempre di più le italiane che ricorrono alla chirurgia estetica per ritoccarle e renderle più carnose.


Dai filler al 'lip lift', non mancano le tecniche per aumentare il volume delle labbra. Ad Agorà, il congresso di medicina estetica organizzato nei giorni scorsi a Milano, i chirurghi plastici Raffaele Rauso e Pierfrancesco Bove hanno presentato le cinque tecniche per ottenere labbra più carnose.

1) Per avere labbra più grandi è possibile ricorrere all'utilizzo di filler. "I filler riassorbibili sono la soluzione più efficace per aumentare le labbra: hanno una durata limitata nel tempo, e consentono di tornare come si era prima se il risultato non piace", ha spiegato Rauso. Si tratta di filler iniettabili che permettono di ottenere risultati duraturi (fino a un anno e mezzo) e naturali.

I filler permanenti invece permettono di ottenere le cosiddette 'labbra a canotto'. Tuttavia gli esperti informano che, da 6 mesi a 20 anni dopo l’iniezione, possono insorgere vari problemi. "Eliminare il filler permanente è possibile, ma complicato dal punto di vista chirurgico e con un post operatorio abbastanza impegnativo", avverte Rauso, "l’intervento si esegue in day hospital con sedazione e in seguito, per un mese, è visibile l’edema e i punti di sutura che, sulle labbra, portano una serie di problemi".

2) La seconda tecnica che rende le labbra più grandi si chiama 'lip lift'. "Sollevando i tessuti è possibile mantenere volume ricompattandolo senza inserire materiale estraneo", dicono gli specialisti di ChirurgiadellaBellezza, "i risultati estetici sono buoni, ma bisogna considerare che ci sono delle cicatrici".

3) Per avere labbra più carnose si può ricorrere anche alla protesi. "È possibile inserire una protesi nelle labbra", spiegano gli esperti, "il risultato estetico è buono, ma, poiché la protesi viene posizionata direttamente tra mucosa e muscolo c’è la certezza che, al tatto, si senta".

4) Un’alternativa è l’innesto dermoadiposo che consente un aumento volumetrico utilizzando tessuto proprio. "Tuttavia", avvertono i chirurghi, "è consigliabile farlo solo se sul proprio corpo è già presente una cicatrice, oppure se la paziente ha programmato un intervento chirurgico che determini delle cicatrici".

5) La quinta tecnica cui ricorrere per ottenere labbra più carnose è il lipofilling: si trapianta grasso della paziente e lo si infiltra nelle labbra. "C’è però il problema di un’alta percentuale di riassorbimento dovuta alla peculiare anatomia di quest’area", spiegano gli esperti, "quindi, per avere un risultato definitivo accettabile, bisogna iniettare tre volte quello che poi resterà".

Attenzione agli eccessi però, avvisano gli esperti. La tendenza ad aumentare il volume delle labbra è diffusa tra le donne di tutte le età, ma a volte si riscontrano risultati poco naturali. "Alcune pazienti dopo una prima 'punturina' per dare un po' di volume sono lusingate dai complimenti che ricevono e pensano che, aumentando la quantità di filler iniettato, saranno ancora più belle. Si innesca così un meccanismo che porta a eccedere: è importante trovare un medico serio, capace di dire basta ai risultati troppo artificiosi", concludono Rauso e Bove.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.