Roma, sopralluogo di Muraro in officina Ama

CRONACA
Roma, sopralluogo di Muraro in officina Ama

(Fotogramma)

Si è appena concluso, a quanto apprende l'Adnkronos, un sopralluogo dell'assessora alla Sostenibilità Ambientale Paola Muraro presso l'officina Ama di Tor Pagnotta per monitorarne funzioni e criticità. Tra i principali problemi emersi, i tempi di attesa troppo lunghi per ottenere pezzi di ricambio, che in alcuni casi oltrepassano i 30 giorni a causa dei mancati pagamenti di Ama ai fornitori. La conseguenza di tale dinamica è che molti mezzi risultano fermi, alcuni, a quanto emerso dal sopralluogo, addirittura da giugno.


"Si tratta di un elemento che incide notevolmente su un parco complessivo già di per sé obsoleto e logorato", commenta l'assessora Muraro. Nel corso del sopralluogo è stato rilevato inoltre che "una serie di macchinari acquistati sotto le precedenti gestioni non sono quasi mai stati utilizzati perché poco funzionali o inutili per le rispettive esigenze dell'azienda".

Non solo. Sotto i fari dell'assessora sono finiti anche i troppi servizi esternalizzati dall'Ama, con una conseguente lievitazione dei costi che pesano sulle casse dell'azienda. "Numerosi servizi vengono esternalizzati con un aggravio di spese enormi per le casse di Ama, mentre sarebbe opportuno valorizzare il personale dell'azienda internalizzando molte attività - sottolinea Muraro - Nel complesso è necessaria una radicale inversione di rotta che stiamo cercando di innescare affrontando di petto e in prima persona le criticità che attraversano Ama".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.