Cerca

Rigopiano, si indaga per disastro colposo e omicidio plurimo

CRONACA
Rigopiano, si indaga per disastro colposo e omicidio plurimo

Sulla tragedia del Rigopiano è stato aperto "un unico fascicolo" contro ignoti, che riguarda tutti gli aspetti della vicenda, compresa la costruzione dell'hotel. Le ipotesi per cui si procede sono quelle di disastro colposo e omicidio plurimo colposo. Lo ha detto Cristina Tedeschini, procuratore aggiunto di Pescara, in conferenza stampa non escludendo un successivo "spacchettamento" dei vari filoni di indagine.


Nel fascicolo d'inchiesta, ha spiegato il pm, "stanno confluendo tutti gli elementi informativi che stiamo raccogliendo". "Questo unico contenitore è un fascicolo iscritto a ignoti con due qualificazioni giuridiche, mai modificate, che sono disastro colposo e omicidio plurimo colposo. Per il lavoro della procura sono qualificazioni giuridiche che descrivono e perimetrano i temi delle indagini". Conseguentemente al vaglio della procura sono in concreto "tutte le circostanze che si accompagnano alla catastrofe che avete visto, cioè alla caduta di una valanga su quell'albergo, quindi tutte le circostanze relative alla realizzazione di un albergo li, alla sua apertura e stato di esercizio in quel momento, tutte le circostanze relative alla formazione e alla successiva caduta di una valanga, tutto il tema della viabilità, accesso o non accesso rispetto a quell'esercizio pubblico".

"Che ci possa essere stato come da voi rappresentato (io non sto mai confermando nessuna delle vostre conclusioni) una serie di disfunzioni e magari ritardi da parte della sala operativa nel recepire mi pare sia un fatto registrato" ha detto il procuratore aggiunto di Pescara, rispondendo a chi le chiedeva degli "errori di comunicazione tra enti che dovevano assicurare i soccorsi". Tuttavia "che questa incomprensione, sottovalutazione o ritardo possa aver avuto" impatto sulle conseguenze è "da dimostrare", il nesso causale sull'efficacia dei soccorsi è "tutto da dimostrare". Anche perché al di là di ogni valutazione si parla "al massimo di un'ora" di differenza e "avete visto quanto tempo ci vuole per arrivare" all'hotel Rigopiano. In ogni caso, ha detto il magistrato, "questo è uno dei temi di approfondimento di questa indagine e ci stiamo lavorando". "Una buona parte di questi fatti comunicativi accaduti post evento mi rendo conto che hanno una rilevanza mediatica notevole e possono determinare anche giudizi severi da parte del cittadino - conclude il pm - ma ragionevolmente e e sul piano della causalità oggi non appaiono avere una rilevanza elevatissima".

"Che l'Hotel Rigopiano sia stato sepolto da una valanga è un'ovvietà -ha proseguito-. La procedura concessoria che ha consentito la realizzazione di questo albergo con ogni evidenza viene acquisita, conosciuta e valutata nell'ambito dell inchiesta".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.