Cerca

Caso Consip, Procura Roma respinge istanza Scafarto: "Competenza nostra"

CRONACA
Caso Consip, Procura Roma respinge istanza Scafarto: Competenza nostra

(Fotogramma)

La Procura di Roma si dichiara competente a indagare su Gian Paolo Scafarto, l'ufficiale del Noe sotto inchiesta per falso e rivelazione del segreto istruttorio nell'ambito del caso Consip. Per i pm di piazzale Clodio l'indagine deve restare a Roma e hanno così respinto l'istanza avanzata il 26 giugno scorso dai difensori dell'ufficiale dei Carabinieri che chiedevano la trasmissione degli atti riguardanti il loro assistito alla procura di Napoli, dove è tuttora applicato, o a quella di Firenze, dove ha prestato servizio per un certo periodo di tempo. Gli avvocati di Scafarto potranno ora ricorrere in Cassazione contro la decisione della Procura di Roma.




RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.