Home . Fatti . Cronaca . Satelliti Asi seguono l'iceberg gigantesco, il distacco è veloce

Satelliti Asi seguono l'iceberg gigantesco, il distacco è veloce

A scrutare il fenomeno la costellazione Cosmo-SkyMed

CRONACA
Satelliti Asi seguono l'iceberg gigantesco, il distacco è veloce

Il distacco del gigantesco iceberg (Foto Cosmo-SkyMed ASI e-Geos)

Continua il distacco dalla calotta antartica del gigantesco iceberg di circa 6.000 chilometri quadrati, grande come la Liguria, dalla piattaforma Larsen C e iniziato lo scorso 12 luglio. "L'allontanarsi dell’iceberg dalla piattaforma madre sta avvenendo in modo particolarmente veloce" segnala l'Agenzia Spaziale Italiana che con la costellazione di satelliti Cosmo-SkyMed continua a monitorare con regolarità il progressivo evolversi del fenomeno.

"Grazie alla presenza dei quattro satelliti Cosmo-SkyMed il fenomeno può essere monitorato con intervalli temporali estremamente ridotti dell’ordine delle decine di minuti" sottolinea l'Asi che ha pubblicato e diffuso oggi le straordinarie immagini inviate a terra da Cosmo-SkyMed. In particolare le immagini, acquisite dal singolo satellite Cosmo-SkyMed2 il giorno 21 Luglio, "a 96 minuti distanza l’una dall’altra pari al periodo orbitale del satellite, evidenziano sempre più chiaramente come l’allontanarsi dell’iceberg dalla piattaforma madre stia avvenendo in modo particolarmente veloce" riferisce Alessandro Coletta, Program Manager di Cosmo Skymed.

Questa situazione, prosegue "è ben visibile nell’immagine multi-temporale localizzata sull’area di frammentazione presente nella zona inferiore (centro-sinistra) delle immagini dell’iceberg intero. L’immagine multi-temporale, ottenuta sovrapponendo le due immagini originali diversamente colorate (verde-rosso) mostra il movimento dell’iceberg e dei frammenti circostanti avvenuto nei 96 minuti trascorsi tra le due acquisizioni". "Le immagini originali hanno una risoluzione di 60 metri mentre lo 'zoom' sull’area frammentata ha una risoluzione di 30 metri" aggiunge ancora Coletta.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.