Home . Fatti . Cronaca . Moda: siglato accordo Accademia dei Sartori - Rebibbia per corso 'taglio e cucito'

Moda: siglato accordo Accademia dei Sartori - Rebibbia per corso 'taglio e cucito'

Partirà il prossimo 25 settembre, parteciperanno 15 detenuti selezionati da un gruppo di educatori

CRONACA
Moda: siglato accordo Accademia dei Sartori - Rebibbia per corso 'taglio e cucito'

Siglato tra l'Accademia dei Sartori e Rebibbia un accordo per istituire un corso di taglio e cucito per i detenuti

Siglato l’accordo tra l’Accademia Nazionale dei Sartori e l’Istituto penitenziario di Rebibbia per istituire un corso di taglio e cucito dedicato ai detenuti che rientra nel progetto più ampio della rieducazione e del recupero. Il corso di sartoria per i detenuti partirà il prossimo 25 settembre e durerà tre anni. Una volta usciti da questo triennio di studi, i 15 sarti saranno pronti per lavorare autonomamente o trovare un impiego presso laboratori sartoriali.

I detenuti, saranno selezionati dagli educatori e da Rossella Santoro, direttrice dell’istituto penitenziario, tra coloro che hanno manifestato interesse e potenziale attitudine nell’apprendimento dell’arte antica. L’attività didattica sarà curata da due maestri sarti con la supervisione del presidente dell’Accademia Ilario Piscioneri che, settimanalmente, monitorerà il lavoro svolto dagli studenti.

''E’ stata una mia idea quella di entrare in carcere per aiutare i ragazzi a socializzare, impiegare il tempo per acquisire un mestiere e avere la possibilità di trovare un lavoro in un laboratorio sartoriale o organizzarsi autonomamente, dopo aver scontato la pena - ha spiegato - L’apprendimento richiede pazienza, precisione, autocontrollo, doti importanti anche per realizzare un percorso di recupero e reinserimento''.

BMW Roma ha scelto di supportare il progetto dell’Accademia Nazionale dei Sartori e dell’Istituto Penitenziario di Rebibbia, coerentemente alla strategia di Responsabilità sociale d’impresa di BMW Group Italia e ha deciso di contribuire alla start-up, finanziando l’acquisto di attrezzature, di macchine da cucire, banchi di lavoro, ferri da stiro, tutti strumenti essenziali per allestire le aule dove i detenuti inizieranno il loro percorso.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.