Home . Fatti . Cronaca . Milano città di impiegati

Milano città di impiegati

CRONACA
Milano città di impiegati

Il sorpasso degli impiegati sui pensionati, il calo del numero di matrimoni e l’aumento delle unioni civili e delle convivenze di fatto e la conferma di Hu, Mohamed e Chen ai primi posti tra i cognomi dei nuovi nati. Queste alcune delle tendenze a Milano registrate dall'Anagrafe del Comune. Secondo un'elaborazione dell'Anagrafe di Milano dei dati del 2017, l’anno che si è appena concluso ha visto gli impiegati superare i pensionati nella classifica delle professioni più diffuse in città e conquistare il primo posto. Un sorpasso di misura tra le donne, 116.668 impiegate contro 116.650 pensionate, e più consistente tra gli uomini: 92.658 impiegati contro 89.731 pensionati.


Si confermano al terzo posto le casalinghe tra le donne (105.617 nel 2017 contro 107.946 nel 2016) e gli studenti tra gli uomini (86.445 nel 2017 rispetto a 84.412 nel 2016). Altra conferma arriva dallo stato civile, con i matrimoni in Comune in leggero calo, ma che superano di molto quelli celebrati in chiesa (2.053 contro i 552). Nel 2016 il rito civile è stato scelto da 2.097 coppie e quello religioso da 863. A crescere sono invece le convivenze di fatto, che passano dalle 270 del 2016 alle 510 dell’anno appena concluso. In aumento anche le unioni civili, da 225 a 379.

Per quanto riguarda i nuovi cittadini, tra i cognomi più diffusi negli ultimi due anni occupano saldamente le prime posizioni Hu, Mohamed, Chen, seguiti da Ibrahim che supera Zhou, Ahmed e Rossi. Confermati tra le prime scelte dei genitori per i loro figli i nomi Leonardo e Sofia, seguiti da Alessandro e Giulia e da Riccardo e Alice.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.