Cerca

Appalti sui rifiuti, indagato figlio di De Luca

CRONACA
Appalti sui rifiuti, indagato figlio di De Luca

(Fotogramma)

Anche Roberto De Luca, figlio del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e assessore al Bilancio del Comune di Salerno, sarebbe tra gli indagati nell'inchiesta della Procura di Napoli che ieri ha portato a perquisizioni negli uffici del consigliere regionale campano di Fratelli d'Italia, Luciano Passariello, e della Sma Campania, società in house della Regione Campania impegnata nel contrasto agli incendi boschivi.


Lo studio di Roberto De Luca è stato perquisito dagli uomini della polizia giudiziaria.

Le indagini dei magistrati napoletani sono partite dal materiale raccolto in un'inchiesta giornalistica della testata online Fanpage sugli appalti nel settore del trasporto e dello smaltimento dei rifiuti in Campania, durata circa 6 mesi e che sarà pubblicata nei prossimi giorni. Sono stati iscritti nel registro degli indagati, per atto dovuto, anche il direttore di Fanpage Francesco Piccinini e il giornalista Sacha Biazzo. Per il figlio di De Luca, secondo quanto riportato da diversi quotidiani, l'ipotesi di reato sarebbe di corruzione.

Le indagini della Procura di Napoli "consentiranno di chiarire in tempi rapidi l'assoluta estraneità del mio assistito ai fatti contestati e derivanti da una peraltro ambigua e provocatoria attività di interferenza illecita nella sua vita privata e professionale". Lo dichiara l'avvocato Andrea Castaldo, difensore di Roberto De Luca, figlio del governatore campano Vincenzo De Luca."Quale difensore di Roberto De Luca - aggiunge l'avvocato in una nota - preciso che per un doveroso rispetto del lavoro degli organi inquirenti non è possibile fornire ulteriori informazioni".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.