Home . Fatti . Cronaca . Neve e gelo, Regione per Regione

Neve e gelo, Regione per Regione

CRONACA
Neve e gelo, Regione per Regione

(FOTOGRAMMA)

Il gelo siberiano di Burian sta raggiungendo l’Italia: vento freddo e nevicate fino in pianura. Tra questa sera e lunedí rischio di fiocchi di neve anche su Roma, Napoli e in Gallura. Al nord - fino a giovedì - rischio 'giornate di ghiaccio' con termometro sempre al di sotto dello zero, anche in pieno giorno, secondo quanto riferisce il sito 'Meteo.it'.


NORD - Per oggi, dunque, attesi fiocchi sparsi o deboli nevicate 'ventate' fino in pianura al Nord. Neve anche su zone interne e adriatiche del Centro fino a lambire le coste nelle Marche. Piogge e rovesci su Puglia, Calabria e Isole.

CENTRO-SUD - Verso fine giornata al Nord le deboli nevicate intermittenti si concentrano lungo le zone pedemontane e prealpine. Maltempo al Centro-Sud e tempo molto instabile nelle Isole, con precipitazioni anche intense su Calabria e Puglia meridionale.

ARIA FREDDA - La propagazione dell’aria fredda lungo la Penisola favorirà un ulteriore abbassamento della quota delle nevicate al Centro (fino in pianura e fino in costa nel settore adriatico). Nella notte si conferma il rischio di un po’ di neve a Roma.

LA BORA - Giornata quindi molto fredda e ventosa in tutta l’Italia, con un brusco calo termico soprattutto al Nord e nelle regioni adriatiche, più direttamente investite dai gelidi venti nord-orientali. Raffiche di Bora oltre i 100 km/h. Mari da mossi ad agitati.

LUNEDÌ - Per lunedì sono attese nevicate fin sulle coste nelle regioni del versante adriatico, dalla Romagna al nord della Puglia; neve fino a quote di pianura anche su basso Lazio, nord della Campania e nord-est della Sardegna (qualche fiocco di neve anche a Napoli e in Gallura), a quote collinari nel resto del Sud.

LE REGIONI - Piogge sparse, soprattutto al mattino, su nord della Sicilia, Calabria e alto Ionio. Parziali schiarite al Nord e in Toscana, verso sera anche in Umbria e Lazio. Ulteriore calo termico, con minime all’alba al Nord tra -3°C e -9°C in pianura e sotto zero anche al Centro. Massime non oltre 0-2 gradi in molte zone del Centro-Nord. Freddo accentuato da forti e gelidi venti settentrionali.

Fino a mercoledì poi clima gelido in tutto il Centro-Nord Italia e molto freddo anche al Sud. Le temperature potrebbero non superare lo zero, anche di giorno, al Nord e in molte zone interne di pianura del Centro. Martedì ancora qualche debole residua nevicata fino in costa nelle regioni centrali adriatiche, fino a quote molto basse nel centro-nord della Sardegna (100-400 metri), qualche pioggia nel resto dell’isola e su Calabria e Sicilia, con neve oltre i 600-900 metri. Tra sera e notte locali precipitazioni anche tra bassa Campania, Lucania e Puglia meridionale con neve fino a 200-300 metri.

MERCOLEDÌ - Mercoledì ancora qualche precipitazione tra Calabria e isole. Possibili locali nevicate fino a quote molto basse su medio Adriatico fino alla Puglia centrale. Dal pomeriggio, per effetto di una perturbazione proveniente dall’Atlantico, potrebbero vedersi le prime deboli precipitazioni all’estremo Nord-Ovest, in estensione e in intensificazione tra la sera e la notte al settore ligure e nella giornata successiva a gran parte delle regioni centro-settentrionali.

Giovedì la perturbazione atlantica potrebbe determinare nevicate localmente copiose su tutte le regioni settentrionali fino a quote di pianura, mentre al Centro saranno possibili deboli nevicate a inizio giornata fino a quote molto basse - anche in costa su Toscana e Marche - poi, dal pomeriggio, il limite delle nevicate tenderà ad alzarsi sensibilmente a causa dell’afflusso di aria più mite di origine atlantica che interromperà l’ondata di gelo nelle regioni centro-meridionali. Tale evoluzione è ancora incerta e necessita di ulteriori conferme nei prossimi giorni.

FREDDO SIBERIANO - "L’eccezionale ondata di freddo siberiano annunciata da giorni irrompe in queste ore anche in Italia, a partire dalle Regioni settentrionali. Si tratterà – spiegano i meteorologi del Centro Epson Meteo – di un episodio di rilevante portata per intensità e per estensione geografica, che ci accompagnerà almeno fino a metà della prossima settimana. L’aria gelida investirà più direttamente il Centro-Nord del Paese, ma in forma un pochino più attenuata farà sentire i suoi effetti anche al Sud".

"Le temperature - proseguono - si porteranno su valori anche di oltre 10 gradi al di sotto delle medie stagionali e il freddo sarà accentuato dalla presenza di venti intensi (effetto 'wind chill'). Da domani fino alla giornata di giovedì al Nord il termometro potrà anche non salire al di sopra lo zero (giornate di ghiaccio)". Da lunedì "quota neve in calo fino in pianura o in costa in molte zone del Centrosud" e di notte "rischio neve a Roma e domattina qualche fiocco a Napoli".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.