Home . Fatti . Cronaca . Rapine in banca, -45,8% nel 2017 in Lombardia

Rapine in banca, -45,8% nel 2017 in Lombardia

CRONACA
Rapine in banca, -45,8% nel 2017 in Lombardia

Quasi dimezzate, in un anno, le rapine in banca in Lombardia. Nel 2017 sono stati 32 i colpi allo sportello effettuati nella regione contro i 59 del 2016, con un calo del 45,8%. Nessun colpo a Como, Lecco, Lodi, Monza e della Brianza e Sondrio. La diminuzione conferma il trend positivo già registrato nella regione negli ultimi anni: dal 2007 ad oggi gli attacchi sono crollati del 95,5%, passando da 711 ai 32.


Nel 2017 a Milano le rapine in banca sono state 17 (28 l'anno prima), stabile Mantova con 2, dimezza i numeri Bergamo (5), li raddoppia invece Cremona (2). Meno rapine a Brescia (3 contro le 8 nel 2016), Pavia (passa da 4 a 1) e Varese con 2 (3 nei 12 mesi prima). È questa la fotografia che emerge dai dati di Ossif, il Centro di ricerca Abi in materia di sicurezza, dai quali risulta anche un calo del fenomeno a livello nazionale: complessivamente, infatti, le rapine allo sportello sono passate da 360 del 2016 alle 242 del 2017 (-32,8%).

Nel 2017, cala anche il cosiddetto indice di rischio - cioè il numero di rapine ogni 100 sportelli - che è passato da 1,2 a 0,9 a livello nazionale e da 1,0 a 0,6 in Lombardia. Le banche italiane investono ogni anno circa 636 milioni di euro per rendere le proprie filiali ancora più protette e sicure. Adottando misure di protezione sempre più moderne e formando i propri dipendenti anche attraverso un’apposita Guida antirapina che recepisce i suggerimenti delle forze dell'ordine.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.