Parassiti nelle farine, scatta il sequestro

CRONACA
Parassiti nelle farine, scatta il sequestro

(Fotogramma)

Alimenti in cattivo stato di conservazione e invasi da parassiti, ma anche violazioni amministrative e gravi irregolarità strutturali e igienico sanitarie. Per questo il Nas di Aosta ha eseguito, su disposizione dell’autorità giudiziaria locale, un provvedimento di sequestro preventivo di un laboratorio di panificazione e di un esercizio commerciale di vendita al dettaglio, entrambi di pertinenza di una azienda dedita alla produzione e commercializzazione di prodotti da forno.


Il provvedimento è il risultato di una serie di ispezioni e attività di polizia giudiziaria delegate dalla procura della Repubblica di Aosta. Nel corso delle operazioni, condotte da febbraio scorso in vari centri di lavorazione e vendita aziendali dislocati nel territorio valdostano, sono stati sequestrati complessivamente: 640 chili di farine e di albume d’uovo detenuti in cattivo stato di conservazione ed invasi da parassiti; 290 chili circa di semilavorati e preparati alimentari gestiti in assenza di corretta applicazione delle procedure di autocontrollo alimentare; prodotti rustici farciti, invasi da parassiti; 260 confezioni di alimenti scaduti.

Già nel corso degli accertamenti, a causa delle carenze igienico strutturali riscontrate dal Nas, l’Autorità sanitaria competente aveva disposto l’immediata sospensione dell’attività in un’area adibita alla panificazione e in uno dei punti vendita.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.