Home . Fatti . Cronaca . Acqua inquinata a Matera, il sindaco: "Emergenza cessata"

Acqua inquinata a Matera, il sindaco: "Emergenza cessata"

CRONACA
Acqua inquinata a Matera, il sindaco: Emergenza cessata

Fotogramma

Cessata l'emergenza idrica a Matera. Il sindaco Raffaello De Ruggieri ha revocato l'ordinanza che disponeva il divieto di utilizzo dell'acqua potabile. L'allarme aveva portato oggi alla chiusura delle scuole e alla distribuzione di acqua con autobotti in nove punti della città. I valori sono tornati nella norma secondo la comunicazione, inviata al Comune dalla Asm, azienda sanitaria della provincia di Matera. L'esito degli ulteriori esami risulta ''negativo'' rispetto, invece, ai parametri anormali rilevati in un campionamento di due giorni fa che evidenziavano una contaminazione batterica presso l'impianto partitore di Terlecchia.

Sul caso il Codacons annuncia battaglia. ''Presenteremo un esposto alla Procura di Matera - si legge in una nota - chiedendo di aprire una indagine volta ad accertare le responsabilità dell'accaduto, alla luce dei possibili reati di avvelenamento, adulterazione e commercio di sostanze alimentari nocive'', spiega il presidente Carlo Rienzi. ''Chiediamo inoltre l'immediata sospensione delle bollette idriche per tutte le famiglie di Matera - prosegue Rienzi - in relazione al grave disservizio subito: sarebbe infatti illegittimo chiedere agli utenti il pagamento per la fornitura di un bene primario potenzialmente pericoloso per la salute umana''. Il Codacons, conclude, ''sta inoltre studiando le possibili azioni legali a tutela della popolazione, ai fini di una azione collettiva risarcitoria per i danni subiti e i pericoli sanitari corsi''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.