Cerca

"Non buttate i rifiuti nel parco", lo pestano in sette

CRONACA
Non buttate i rifiuti nel parco, lo pestano in sette

Una delle foto dell'uomo pestato a Fiumicino pubblicate su Facebook dal volontario della Protezione Civile Remo Stefanelli (fonte Facebook /Remo Stefanelli)

Picchiato per aver invitato alcune persone a non gettare rifiuti all'interno di parco Scagliosi al Passo della Sentinella. E' accaduto intorno alle 18 di sabato scorso a Isola Sacra, Fiumicino. Vittima del pestaggio un muratore romeno, fortunatamente soccorso da un volontario della Protezione Civile, Remo Stefanelli, che ha poi denunciato il fatto su Facebook, postando anche diverse foto che ritraggono l'uomo con il volto e la maglietta insanguinata. "Picchiato per aver detto ad alcune persone di non buttare rifiuti dove la gente del posto pulisce costantemente, il fatto successo poco fa a isola sacra", ha scritto Stefanelli, scatenando la solidarietà dei social.


A quanto da lui stesso raccontato, Stefanelli era a bordo del pick up della protezione civile dell'Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco in congedo, quando ha visto l'uomo sdraiato a terra con il volto tumefatto e sei o sette persone che si allontanavano a tutta velocità dopo aver visto i lampeggianti della sua auto. La vittima gli ha poi spiegato di essere stato prima stordito con un colpo in testa e quindi preso a calci e pugni da quelle stesse persone solo perché aveva detto loro di non scaricare i rifiuti nel parco, ripulito con tanta fatica dai cittadini di zona. Sul caso indaga la polizia, chiamata dal soccorritore del muratore insieme ai sanitari del 118, che hanno portato la vittima al Grassi di Ostia.

Sul fatto è intervenuto ieri il sindaco di Fiumicino Esterino Montino: "Apprendo da fonti di stampa di una violenta aggressione ai danni di un cittadino che tentava di evitare che i soliti incivili abbandonassero spazzatura irregolarmente a Parco Scagliosi - ha scritto su Facebook - L'uomo è stato soccorso dall'Associazione dei Vigili del Fuoco in congedo e sta ricevendo le cure mediche necessarie. Voglio esprimere tutta la mia solidarietà e vicinanza a questo cittadino onesto che ha a cuore il decoro della nostra città e la mia forte condanna per la brutale aggressione subita. Auspico che le forze dell'ordine, intervenute sul posto, rintraccino gli autori di questo ignobile gesto".

"Appena possibile e se lui lo vorrà incontrerò l'uomo aggredito per esprimergli personalmente la mia gratitudine e la mia vicinanza. Inoltre, l'amministrazione comunale gli sarà accanto nell'iter per assicurare alla giustizia i responsabili dell'aggressione", ha concluso il primo cittadino.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.