Cerca

Disabili, Fontana: "Lavoriamo a cabina di regia unica"

Il ministro leghista intervistato dal mensile vicino a Casapound: "Niente contro gay ma bimbi hanno bisogno di papà e mamma"

CRONACA
Disabili, Fontana: Lavoriamo a cabina di regia unica

“La sfida che ci siamo trovati ad affrontare era ed è epocale, anche se, forse, vista dal di fuori, è difficile comprenderne la portata”. Così il ministro della Famiglia Lorenzo Fontana, in un’intervista sul numero di dicembre della rivista Il Primato Nazionale, in edicola dal 5 dicembre, parla del proprio dicastero e della battaglia in favore dei disabili: “Mai prima d’ora – spiega – c’era stato un ministero della disabilità. Abbiamo definito gli ambiti di competenza, per dare una cabina di regìa unica alla disabilità in Italia”.


Sulla rivista vicina a Casapound, che, a un anno dalla nascita, nel nuovo numero rilancia anche la sua campagna abbonamenti, Fontana spiega che l’asse con i grillini resisterà (“C’è un contratto basato sui contenuti che Lega e Cinque Stelle hanno elaborato insieme e che stiamo attuando. Questa è già di per sé una garanzia”) e torna sulla polemica relativa alle famiglie arcobaleno, spiegando che “non ho niente contro i gay” ma “penso che un bambino abbia bisogno di un papà e di una mamma e non di un genitore 1 e di un genitore 2”.

Il ministro, infine, commenta le polemiche relative alla sua frequentazione della curva dell’Hellas Verona: “Qualcuno, a sinistra, è arrivato a ‘contestarmi’ il fatto di essere veronese e di essere appassionato della squadra della mia città. E questo, lo dico con molta chiarezza, mi ha molto indignato, da veronese, ancor prima che da ministro”.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.