Papa negli Emirati: "Senza libertà religiosa si è schiavi"

CRONACA
Papa negli Emirati: Senza libertà religiosa si è schiavi

(Afp)

"Senza libertà non si è più figli della famiglia umana ma schiavi". Papa Francesco lo sottolinea negli Emirati Arabi Uniti, durante l'intervento al Founder's Memorial di Abu Dhabi per l'incontro interreligioso con il Grande Imam di Al-Azhar, Ahmad Al Tayyib, spiegando che "se crediamo nell’esistenza della famiglia umana, ne consegue che essa in quanto tale va custodita" e "come in ogni famiglia, ciò avviene anzitutto mediante un dialogo quotidiano ed effettivo".


Un dialogo, chiarisce il Pontefice, che "presuppone la propria identità, cui non bisogna abdicare per compiacere l’altro. Ma al tempo stesso domanda il coraggio dell’alterità, che comporta il riconoscimento pieno dell’altro e della sua libertà e il conseguente impegno a spendermi perché i suoi diritti fondamentali siano affermati sempre, ovunque e da chiunque".

Tra le libertà, prosegue il Papa, "vorrei sottolineare quella religiosa. Essa non si limita alla sola libertà di culto, ma vede nell’altro veramente un fratello, un figlio della mia stessa umanità che Dio lascia libero e che pertanto nessuna istituzione umana può forzare, nemmeno in nome suo. Il coraggio dell’alterità è l’anima del dialogo, che si basa sulla sincerità delle intenzioni. Il dialogo è infatti compromesso dalla finzione, che accresce la distanza e il sospetto: non si può proclamare la fratellanza e poi agire in senso opposto. Ciascuno gode del diritto alla libertà".

Papa Francesco ha poi firmato con il Grande Imam di Al-Azhar, Ahamad al-Tayyib, il documento sulla 'Fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune' redatto in tre copie, che saranno custodite in Vaticano, nella università di Al-Azhar al Cairo e negli Emirati Arabi Uniti dove lo storico testo è stato siglato, al Founder's Memorial di Abu Dhabi, in occasione dell'incontro interreligioso, tappa centrale del viaggio apostolico del Pontefice.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.