Francia, "Ambasciatore rientri con latitanti italiani"

CRONACA
Francia, Ambasciatore rientri con latitanti italiani

"Grazie anche alla telefonata del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, forse l'ambasciatore francese non rientrerà in Italia solo ma probabilmente in compagnia di qualche terrorista latitante italiano". E' quanto si augura Potito Perruggini, Presidente di "Anni di Piombo", Osservatorio Nazionale per la Verità storica.


"L'appello rivolto venerdì scorso all'Ambasciatore francese a Roma ha avuto meritata attenzione - afferma all'Adnkronos -. Esprimiamo moderata soddisfazione per l'apertura del tavolo tecnico di esperti dei ministeri competenti", prosegue Perruggini, nipote di Giuseppe Ciotta, brigadiere di Polizia ucciso nel 1977 dai terroristi rossi, sottolineando che "seguiremo con estrema attenzione le evoluzioni affinchè tutti i condannati per terrorismo - siano rossi, siano neri o bianchi - vengano al più presto restituiti all'Italia".
"Il governo italiano - rileva - si sta attivando con una determinazione senza precedenti che è assolutamente apprezzata non solo dai familiari delle vittime, ma da tutti gli italiani che attendono da decenni giustizia e verità storica".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.