Truffa diamanti, anche Vasco tra le vittime

CRONACA
Truffa diamanti, anche Vasco tra le vittime

(Fotogramma/Ipa)

Una truffa nel commercio di diamanti che ha coinvolto come vittime vip del calibro di Vasco Rossi ha portato la Gdf di Milano a eseguire un sequestro preventivo da oltre 700 milioni nei confronti di cinque banche e due società. Si ritiene che la rockstar abbia investito una cifra che si aggira sui 2,5 mln di euro. L'indagine sulla presunta truffa è oordinata da Riccardo Targetti e il decreto di sequestro, firmato dal gip Natalia Imarisio, è così suddisivo: 83 mln riguardano Bpm e Banca Aletti, 32 mln Unicredit, 11 mln Intesa e 35 Mps.


Il resto è suddiviso tra le due società, la Intermarket diamond business spa (Idb) e Diamond Private Investment spa (Dpi). La prima avrebbe avuto un profitto legato all'ipotesi di truffa aggravata per 149 mln, la seconda per 165 mln. Alla cifra di oltre 700 mln di arriverebbe con 179 mln di autoriciclaggio per Idb e di 88 mln per dpi. Secondo gli investigatori risparmiatori e investitori avrebbero acquistato i preziosi a prezzi gonfiati e i presunti autori della truffa avrebbero utilizzato anche false quotazioni per raggiungere lo scopo. Il ruolo delle banche, come intermediari, sarebbe stato centrale con gli stessi istituti che secondo l'accusa sarebbero stati a conoscenza del meccanismo.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.