Formigoni si costituisce in carcere

CRONACA
Formigoni si costituisce in carcere

Formigoni arriva al carcere di Bollate (Fotogramma)

A quanto apprende l'Adnkronos, l'ex governatore della Lombardia Roberto Formigoni si sarebbe costituito nel carcere di Bollate. Stamattina il sostituto procuratore generale di Milano Antonio Lamanna aveva firmato l'ordine di esecuzione della pena per l'ex governatore della Lombardia condannato ieri in via definitiva dalla Cassazione a 5 anni e 10 mesi nel processo per il caso Maugeri-San Raffaele. La difesa di Formigoni, intanto, ha chiesto che l'ex governatore della Lombardia sconti la pena a casa. Tra le motivazioni della richiesta, il fatto che l'ex governatore ha superato i 70 anni di età.


La Procura generale di Milano sarebbe però intenzionata a dare un parere negativo all'istanza di detenzione ai domiciliari: secondo la procura, infatti, il reato di corruzione per il quale Formigoni è stato condannato è ostativo alle misure alternative al carcere così come previsto dalla 'spazzacorrotti', che per gli avvocati di Formigoni non sarebbe tuttavia applicabile retroattivamente. Nei prossimi giorni i giudici fisseranno un'udienza camerale, in cui accusa e difesa presenteranno le rispettive istanze. Successivamente verrà presa una decisione sulla eventuale scarcerazione.

"Sul piano umano dispiace, ma la giustizia deve andare avanti" ha detto l'ex sindaco di Milano, Marco Formentini all'Adnkronos commentando la vicenda. "Ho conosciuto Formigoni all'inizio degli anno Novanta, era un giovane molto impegnato - ha aggiunto -. Ha gestito bene la Regione Lombardia, poi non posso dire se ha fatto cose sbagliate. Questo spetta alla giustizia".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.