Terroristi latitanti, 'Anni di Piombo': "Chiediamo i danni alla Francia"

Perruggini, 'studiamo apposita azione giudiziaria'

CRONACA
Terroristi latitanti, 'Anni di Piombo': Chiediamo i danni alla Francia

(Potito Perruggini)

Chiedere i danni alla Francia per il mancato ritorno in Italia dei terroristi latitanti. E' l'idea dei famigliari delle vittime del terrorismo riuniti nell'associazione 'Anni di Piombo - Osservatorio nazionale per la verità storica'. "Ho chiesto ai nostri avvocati di studiare un'apposita azione giudiziaria usando i poteri sostitutivi in caso di inerzia della pubblica amministrazione", dice all'Adnkronos Potito Perruggini, presidente di 'Anni di Piombo'.


"Voglio richiedere al governo francese i danni subiti dai cittadini italiani a seguito del mancato rilascio tempestivo dei 15 terroristi ospitati in Francia, considerato che ad alcuni cittadini stranieri neanche precisamente identificati, è stato consentito di citare il governo italiano per il ritardo nello sbarco illegale in Italia", osserva Perruggini.

"Il terrorista pluriomicida Cesare Battisti si appella alla corretta procedura di rientro in Italia. Magari -rileva il presidente di 'Anni di Piombo'- potrebbe preoccuparsi di fare conoscere agli italiani i dettagli delle 'procedure' e i nomi dei 'soggetti italiani e stranieri' che hanno agevolato la sua fuga in Francia ed in Brasile?".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.