Cerca

Omicidio Pamela, foto dell'autopsia in aula

CRONACA
Omicidio Pamela, foto dell'autopsia in aula

Le immagini choc dei resti di Pamela Mastropietro, trovati in due trolley, e dell’autopsia vengono mostrate nel corso dell’udienza di oggi del processo davanti alla Corte di Assise di Macerata che vede imputato Innocent Oseghale, il nigeriano accusato di aver ucciso e fatto a pezzi Pamela. L'orrore sul corpo di Pamela, finora emerso dal racconto di alcuni teste e atti, irrompe nell’aula del tribunale con le drammatiche foto che documentano il depezzamento del corpo e che vengono mostrate nel corso dell’escussione dei consulenti medici. Visibilmente provati i parenti della giovane vittima, in lacrime la mamma. A loro e ai giornalisti è stato consentito di rimanere in aula. L'udienza di oggi si svolge su decisione della Corte a porte chiuse al pubblico.


Dai resti di Pamela, spiega in udienza Antonio Tombolini - il consulente medico che fu inizialmente incaricato dalla procura di effettuare le primissime verifiche sui resti della giovane - proveniva un forte odore. "Il sospetto era che le parti fossero state lavate con la varechina", continua, ed è stato un "lavaggio indiscutibilmente volto a cancellare qualunque traccia del contatto fisico con la deceduta". Un lavaggio "accuratissimo per cancellare qualsiasi molecola di dna".

Secondo il consulente, il modo il cui è stato depezzato in alcuni punti il corpo della ragazza è stato volto a "nascondere un eventuale contatto sessuale". Secondo il consulente per tagliare così il corpo di Pamela ci sono volute alcune ore. A chi gli chiedeva se, dai resti, sia possibile dire se sia stata una mano esperta a ridurre così il corpo della ragazza il consulente ha osservato: "Estratti i resti dalla valigia, la prima impressione" è che fosse stata una "persona abituata a dissezionare maiale". Secondo il consulente, è stato fatto un lavoro in maniera "estremamente intelligente" nel senso che c'è stata una "disarticolazione" del cadavere ed è stata attuata una "procedura di lavatura estremamente oculata. C’è una logica raffinata dietro a questo".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.