Cerca

Xi Jinping lascia l'Italia

CRONACA
Xi Jinping lascia l'Italia

(fermo immagine 'RaiNews 24')

Dall'Italia alla Francia. Il presidente della Repubblica Popolare cinese Xi Jinping è decollato poco dopo le 10 dall'aeroporto 'Falcone e Borsellino' di Palermo: Xi e la First Lady sono a bordo di un mezzo 'Air China' per dirigersi verso Nizza.

Alla fine è quindi saltato il giro turistico a Mondello del presidente della Repubblica Popolare cinese, in visita privata nel capoluogo siciliano. La fermata nella borgata marinara non era prevista ma si era sparsa la voce che prima di ripartire, il presidente e la First Lady si sarebbero fermati brevemente a Mondello per ammirare il mare cristallino. Delusione tra i commercianti che speravano in una foto ricordo.

E, in mattinata, c'era anche un gruppo della comunità cinese palermitana davanti a 'Villa Igiea', il lussuoso albergo che ha ospitato il presidente Xi, per salutare il corteo presidenziale composto da 29 auto che si è diretto all'aeroporto.


"Siamo affascinati dalla vostra accoglienza". Così il presidente Xi e la First Lady hanno salutato il presidente dell'Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, alla partenza. E la moglie di Xi Jinping ha aggiunto, come racconta lo stesso Miccichè all'AdnKronos: "Avrei grande piacere di potere ricambiare in Cina".

Durante la visita a Palazzo Reale, sabato, la coppia presidenziale è rimasta affascinata dalla bellezza della struttura del più antico parlamento del mondo. "Il presidente ha ripetuto le frasi importanti che ha già detto durante la visita a Palazzo Reale - spiega Miccichè - che questo palazzo straordinario starebbe bene nella Via della Seta".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.