Igor condannato all'ergastolo

CRONACA
Igor condannato all'ergastolo

(Fotogramma)

Condannato all'ergastolo Norbert Feher, alias Igor il russo. E' la sentenza emessa, con il rito abbreviato, dal gup di Bologna, Alberto Ziroldi, dopo due ore e mezza di camera di consiglio. E' stata accolta, dunque, la richiesta dell'accusa che aveva chiesto il massimo della pena. Feher è stato processato per gli omicidi del barista Davide Fabbri e della guardia ecologica volontaria Valerio Verri e il ferimento di Marco Ravaglia, collega di Verri. L'uomo, dopo una latitanza di otto mesi, è stato arrestato in Spagna a dicembre 2017 e da allora è in carcere a Saragozza.


Il killer serbo è stato condannato a risarcire la vedova e il padre di Fabbri con, rispettivamente, 497mila e 300mila euro. Danni per 400mila euro ciascuno sono stati riconosciuti a Francesca ed Emanuele Verri, figli di Valerio. La moglie della guardia volontaria dovrà essere risarcita con 50mila euro. Infine, un danno di 30mila euro è stato riconosciuto alla Provincia di Ferrara e di 20mila euro al Servizio di vigilanza ambientale di Legambiente. Marco Ravaglia, invece, l'agente di polizia provinciale ferito gravemente da Feher, mentre era in servizio con Verri, sarà liquidato in separato giudizio: il giudice ha respinto la richiesta di provvisionale immediatamente esecutiva.

"Sollevata e soddisfatta della sentenza" Marianna Sirica, la vedova di Fabbri, ucciso dal killer serbo a Riccardina di Budrio il 1 aprile 2017. "Mi ha detto che è una gioia da poco - spiega all'Adnkronos l'avvocato Giorgio Bacchelli che ha assistito la donna nel processo contro Feher - perché comunque il marito è morto. E' una sentenza che ci aspettavamo. Il processo ha turbato la mia cliente, soprattutto l'arringa dell'avvocato difensore che ha cercato in tutti i modi di sgravare la posizione di Feher, ma era un'impresa disperata".

"Abbiamo ottenuto un risarcimento danni di poco meno di 500mila per la vedova di Fabbri e 300mila euro per il padre Franco - spiega ancora il legale - ma tanto sono soldi che i miei clienti non vedranno mai perché certo Feher non sarà in grado di corrisponderli".

L'avvocato Bacchelli aveva chiesto un risarcimento danni di 1 milione di euro per la vedova Sirica e 500mila euro per il padre di Fabbri. Undici i capi di imputazione contestati a Igor il Russo: oltre ai due omicidi dell'aprile 2017 e al tentato omicidio dell'agente di polizia provinciale, Marco Ravaglia, altri reati tra cui rapina a mano armata, furto, porto abusivo di armi e ricettazione. Feher, nel corso dell'udienza preliminare odierna, era collegato in video dalla Spagna.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.