Cerca

'Onore a Mussolini', striscione ultrà laziali a Milano

CRONACA
'Onore a Mussolini', striscione ultrà laziali a Milano

Immagini di repertorio (Fotogramma)

Uno striscione con su scritto 'Onore a Benito Mussolini' srotolato in centro a Milano alla vigilia del 25 aprile, la cui paternità sarebbe da attribuirsi ai tifosi laziali nel capoluogo lombardo per la partita di stasera di Coppa Italia contro il Milan. Sullo striscione appare infatti la scritta Irr, gli 'Irriducibili', come si definiscono i tifosi laziali. E' successo all'ora di pranzo in corso Buenos Aires, a due passi da Piazzale Loreto. Il blitz è durato poco: quando è intervenuta la polizia, a seguito di una segnalazione, non c'era più nessuno.


Sono 24 i tifosi portati in Questura. Gli ultras neofascisti si sono riuniti alla vigilia della Festa della Liberazione a poca distanza da piazzale Loreto dove hanno esposto lo striscione. Insieme ai 22 laziali identificati, anche 2 supporter dell'Inter, rivale nel derby della squadra casalinga che si prepara a scendere in campo. La polizia sta lavorando ora per individuare le singole posizioni e le relative responsabilità.

Gli ultrà della Lazio potrebbero essere denunciati per "manifestazione fascista", ipotesi di reato prevista dall’articolo 5 della legge Scelba. Prima di iscrivere formalmente il fascicolo, la procura di Milano dovrà ricevere un’informativa dalla Digos 
al lavoro per identificare i tifosi.

"Se c'è scritto Irr allora sono gli Irriducibili, gli ultras della Lazio. Non c'è nulla di organizzato, il tifo della Lazio è così, una cosa spontanea. Sono orgoglioso di questo" aveva affermato Fabrizio Piscitelli, detto Diabolik, capo degli ultras della Lazio, contattato dall'Adnkronos.

Per il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, che interviene sui social, "anche cercando di non drammatizzare, non si può non capire che si stanno superando certi limiti. E che la denuncia di tutto ciò spetta soprattutto alla politica. A tutta la politica però". "Milano - sottolinea Sala - è e resterà sempre una città profondamente antifascista".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.