Cerca

'Circoscrizione antifascista', ma M5S e Lega non votano il documento

Il consigliere Pd Altadonna, 'Fatto gravissimo, fascismo dichiarato'

CRONACA
'Circoscrizione antifascista', ma M5S e Lega non votano il documento

Il Comune di Palermo

Un documento per dichiarare che la Quinta Circoscrizione del Comune di Palermo "si dichiara antifascista", ma Lega vota no e il M5S si astiene dal voto. "Fascismo dichiarato in Quinta Circoscrizione", si sfoga il consigliere di circoscrizione Salvatore Altadonna del Pd, che ha firmato l'ordine del giorno. "Ho presentato un Ordine del Giorno che chiedeva la sottoscrizione di un documento che ribadisse che la quinta circoscrizione è antifascista e che la scuola è antifascista", spiega il consigliere che nella vita fa l'insegnante.


"Pensavo di aver chiesto un voto su una questione banale ed assodata. Nonostante il regolamento prevedesse un intervento a favore ed uno contro l'atto, nessuno è intervenuto contro ma poi al momento del voto è successo una cosa incredibile - racconta - il Vice Presidente della Circoscrizione Andrea Aiello della Lega ha votato contro e il consigliere Francesco Stabile, sempre della Lega, si è astenuto. Lo stesso ha fatto la consigliera Simona Di Gesù (Movimento cinque stelle), astenuto anche il consigliere Umberto Lo Sardo di Forza Italia. Così come i consiglieri Marco Figuccia, Daniele Palazzo e Roberto Lucido, tutti vicini al centrodestra. Gli unici favorevoli sono stati il Presidente della Circoscrizione Fabio Teresi e il consigliere Salvatore Altadonna, che ha denunciato il fatto. "Non aggiungo commenti", dice "ma sono molto amareggiato e molto deluso. Cosa devo raccontare ai miei alunni?".

Dello stesso parere anche il Presidente Fabio Teresi, che racconta all'Adnkronos: "Si stava votando una proposta di delibera per chiedere che venisse avviata in Circoscrizione la raccolta firme, primo firmatario il Presidente dell'Anci Leoluca Orlando, per l'educiazione alla cittadinanza nelle scuole. Altadonna ha, quindi, presentato un ordine del giorno in cui chiedeva che, oltre alla firma per l'educazione, chiunque venisse in circoscrizione firmasse anche una dichiarazione che facesse rilevare che la scuola è antifascista". Apriti cielo. Odg bocciato. "E' un fatto grave - ribadisce Teresi - penso che c'è poca politica nella politica. Credo che non abbiano neppure capito quanto fatto. O non hanno neanche riflettuto su cosa stavamo votando".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.