Cerca

Terremoto in Puglia

CRONACA
Terremoto in Puglia

(Foto Fotogramma)

Una scossa di terremoto è stata registrata questa mattina alle 10.13 a Barletta. L'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha riclassificato il terremoto a una magnitudo 3.7 anziché 3.9. I tre Comuni più vicini all'epicentro risultano Barletta, Andria e Trani. Il prefetto Emilio Dario Sensi, dopo essersi messo in contatto con il Dipartimento nazionale della Protezione Civile e l'Ingv, ha attivato il Centro Coordinamento Soccorsi che si è riunito. Dalla ricognizione non risultano particolari criticità né danni a cose o persone, fatta eccezione per la caduta di materiale lapideo dalla sommità della chiesa di San Domenico a Trani, senza alcuna conseguenza anche in considerazione della transennatura già presente e allargata nel corso della mattinata.


A scopo precauzionale e per le verifiche tecniche, a Barletta, Bisceglie, Margherita di Savoia, San Ferdinando di Puglia, Spinazzola, Trani, Trinitapoli è stata disposta la chiusura delle scuole. Alle sale operative dei vigili del fuoco e delle forze di polizia sono giunte telefonate di cittadini allarmati ma nessuna richiesta di intervento. Tutto regolare per le strade e le reti ferroviarie. A Barletta, in via precauzionale, le scuole rimarranno chiuse anche domani. Questo pomeriggio è stato consentito alle famiglie di entrare negli istituti scolastici per ritirare gli effetti personali e gli zaini, lasciati nei momenti concitati di paura. Sempre in via precauzionale, è stato messo in sicurezza il campanile della cattedrale di Santa Maria Maggiore, nonostante non risulti danneggiato dalla scossa. Il sindaco, inoltre, ha ritenuto di fare allestire, presso l'impianto sportivo Pala Marchisella, un centro di accoglienza e ricovero che sarà eventualmente attivato solo se necessario per quanti avessero l'esigenza di trascorrere la notte, come ad esempio anziani che vivono da soli e che non si sentono sicuri nelle proprie abitazioni.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.