Cerca

"Io medico aggredito dal padre di una paziente"

CRONACA
Io medico aggredito dal padre di una paziente

Foto di repertorio

Agli agenti ha riferito di essere stato aggredito poco prima dal padre di una paziente. Attimi di tensione ieri sera al pronto soccorso di Bagheria, in provincia di Palermo. A chiamare la Polizia è stato un medico in servizio al Pte (Presidio territoriale d'emergenza) di via Papa Giovanni, dove un uomo aveva accompagnato la figlia che accusava un malore. La dinamica dei fatti è ancora poco chiara. Sembra, però, che dopo la visita tra il padre della ragazza e il medico sia nata una violenta discussione. Tra i due sarebbero volate parole grosse e il diverbio sarebbe rapidamente degenerato. Dagli insulti alle botte in pochi minuti. Gli agenti giunti sul posto hanno ascoltato testimoni e i due 'contendenti'.


Un aiuto all'esatta ricostruzione dei fatti potrebbe arrivare dalle immagini dell'impianto di videosorveglianza installato nei locali, che sono state già acquisite dagli investigatori. Appena giovedì scorso un altro caso di violenza ai danni di camici bianchi si è registrato all'ospedale di Comiso, nel Ragusano. Ad avere la peggio questa volta è stato un infermiere. Un 21enne si sarebbe presentato al nosocomio per alcune ferite alla mano, a un tratto, però, avrebbe iniziato a insultare il personale del pronto soccorso, aggredendo l'infermiere, a cui ha fratturato naso, e strattonando e colpendo al volto un medico, che ha riportato un trauma cranico. L'uomo è stato arrestato per lesioni aggravate.

"Bisogna intervenire, e anche presto, in modo opportuno e incisivo" dice la Fp Cgil Sicilia, per la quale "servono maggiori controlli e vigilanza all'interno delle strutture sanitarie dell'Isola. Non è tollerabile che gli operatori debbano correre costantemente il rischio di essere aggrediti".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.