Cerca

Aggressione Cinema America, quattro identificati

CRONACA
Aggressione Cinema America, quattro identificati

Identificati quattro dei presunti autori dell'aggressione di sabato sera a Trastevere ai ragazzi che indossavano le magliette del Cinema America. Le indagini della Digos - iniziate subito dopo l'aggressione - hanno individuato due 23enni, un 21enne e un 38enne, residenti per lo più nella zona di Casalotti, a nord-ovest di Roma. Tra loro anche membri del 'Blocco Studentesco', l'associazione studentesca di CasaPound.

I carabinieri della Compagnia 'Roma Trastevere', proprio insieme alla Digos, hanno eseguito perquisizioni delegate nei confronti dei quattro, identificati grazie al lavoro dei militari dell'Arma che, da subito, si sono recati in ospedale per accertarsi delle condizioni dei feriti, acquisito i referti medici e li hanno trasmessi in Procura. Fondamentale per l'identificazione sono state le immagini delle telecamere di sorveglianza di alcuni esercizi commerciali che i carabinieri di Trastevere hanno acquisito dopo aver sentito le dichiarazioni delle vittime.

"Gli altri chiacchierano, ministero e Forze dell'Ordine fanno i fatti - dice il ministro dell'Interno, Matteo Salvini -. Felice che la polizia abbia identificato alcuni dei presunti aggressori di Roma, che avevano malmenato un gruppo di giovani con la maglietta del cinema America. Nessuna tolleranza per i violenti".

#Iostocoipicchiatori, post choc contro ragazzi Cinema America


I RAGAZZI - ''Ringraziamo le Forze dell'Ordine per il lavoro portato avanti e per aver identificato nel più breve tempo possibile gli aggressori. In queste ore di grande sofferenza ci siamo impegnati con tutte le nostre forze ed energie per il riconoscimento chi ci ha aggredito", collaborando "di minuto in minuto con Polizia e Carabinieri". Così Yasir Abdilhakim, Valerio Colantoni, Stefano Riobbo e David Habib, i quattro ragazzi con la aggrediti. "Un ulteriore ringraziamento - aggiungono - a tutti coloro i quali hanno espresso la loro solidarietà in questi giorni, l'amore e l'affetto ricevuto in queste ore è stato commovente: questa è la dimostrazione che nel nostro Paese accoglienza e solidarietà possono ancora essere le vere parole d'ordine".

"Grazie alle nostre famiglie, ai ragazzi del Cinema America e Valerio Carocci per esserci stati costantemente vicini in queste ore, accompagnandoci in questura più volte e sostenendoci in questo momento difficile. Siamo orgogliosi del nostro Paese e della risposta che ha dato a chi pensa di poter affermare le proprie idee con l'utilizzo della violenza, che condanniamo in ogni sua forma. Da questa storia possiamo tutti ripartire insieme per costruire una società inclusiva".

PRESIDENTE CINEMA - ''I ragazzi del Cinema America ringraziano Yasir Abdilhakim, Valerio Colantoni, Stefano Riobbo, David Habib e tutte le loro famiglie per non aver avuto paura, ma aver deciso di denunciare gli aggressori collaborando con le forze dell'ordine" dichiara poi in una nota Valerio Carocci, presidente del Piccolo America. "Questi ragazzi sono degli eroi, dovremmo tutti essergli grati".

"Un ulteriore ringraziamento alle forze dell'ordine e tutte le persone che in queste ore hanno espresso solidarietà. L'affetto ricevuto è la dimostrazione che il nostro Paese rinnega ogni forma di violenza".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.