Cerca

Maturandi fra ansie, paure e un po' di nostalgia

CRONACA
Maturandi fra ansie, paure e un po' di nostalgia

(Fotogramma)

Emozioni, paure e ansie per la prova da affrontare e per un futuro ancora tutto da scoprire: queste le sensazioni raccontate dagli studenti del Liceo Classico di Roma, Ennio Quirino Visconti, a pochi minuti dall'inizio della prima prova scritta dell'esame di Stato. "Ieri sera sono uscita con alcuni compagni per stemperare la tensione, ma poi, appena tornata a casa, non riuscivo a dormire", ha confessato una studentessa. C'è chi, invece, per darsi coraggio ha passato "tutta la serata sulla chat di classe" o ha deciso di "vedere un film al cinema insieme ad alcuni amici". Una notte prima degli esami vissuta in modi diversi, ma con l'agitazione a fare da comune denominatore per tutti i maturandi.


"Non ho una tipologia di prova preferita, sceglierò in base alle tracce che usciranno" ci racconta una ragazza, "spero che esca Levi" un'altra. "Di sicuro non sceglierò la traccia di letteratura", uno studente che aggiunge di essere comunque più "spaventato dalla prova di domani".

Con gli esami di Stato si chiude una parentesi importante della vita e c'è chi già guarda al futuro con speranza e un po' di paura per il salto nel 'mondo degli adulti' e chi invece già prova nostalgia per la routine scolastica che deve abbandonare. "Sono molto contenta di non dover più venire a scuola, 5 anni sono stati lunghi e non vedo l'ora di andare all'università", dice una studentessa. "Nostalgia non credo che la proverò, ma ho un po' paura per il futuro, perché andrò all'università che per me è ancora un mondo sconosciuto", racconta un'altra maturanda. "Mi sono divertito talmente tanto al Liceo che già provo nostalgia. Sono anche proiettato verso il futuro, ma in questo momento sono più dispiaciuto di lasciare la scuola e i compagni" confessa un po' malinconico un ragazzo.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.