Cerca

Esposto contro 'Jova Beach Party'

CRONACA
Esposto contro 'Jova Beach Party'

Un momento del Jova Beach Party a Lignano Sabbiadoro (Fotogramma)

Le associazioni ambientaliste riminesi Asoer, Italia Nostra Rimini, Legambiente e Lipu hanno presentato un esposto, fra gli altri, alla Procura della Repubblica di Rimini e al ministero dell'Ambiente, per chiedere di spostare o posticipare il Jova Beach Party del 10 luglio, previsto sul litorale tra Rimini e Riccione. Obiettivo dell’esposto, la tutela di una specie di uccelli rara presente nel luogo dell’evento, quattro pulcini di fratino. Il fratino, si legge nel documento, è un piccolo uccello appartenente a una specie protetta che nidifica in Europa, sulle coste, dall’inizio del secolo, tuttavia la sua popolazione è in calo. Attualmente, sulle spiagge riminesi si trovano quattro pulcini appartenenti a questa specie, che non saranno in grado di volare prima del 15 luglio ed "esiste - spiegano gli ambientalisti - un'elevata probabilità che vengano schiacciati e involontariamente uccisi". Da qui le iniziative delle associazioni, che già nei giorni scorsi si erano rivolte ai due comuni, Rimini e Riccione, per chiedere "buonsenso e collaborazione": poiché al Jova Beach Party parteciperanno circa 40mila persone, spiegano, l'evento dovrebbe essere spostato altrove o rinviato a una data successiva al 25 luglio.




RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.