Cerca

Virus Cina, negativi test casi sospetti su nave Civitavecchia

CRONACA
Virus Cina, negativi test casi sospetti su nave Civitavecchia

(Foto Afp)

Sono risultati negativi i test eseguiti sui due passeggeri cinesi della nave Costa Smeralda, bloccata oggi a Civitavecchia per i controlli sanitari sui casi sospetti da coronavirus. Gli esami sono stati eseguiti dall'Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma.


"Il laboratorio di riferimento dell'Inmi Spallanzani ha comunicato che i campioni dei pazienti della nave da crociera Costa Smeralda sono risultati negativi per 2019-nCoV. La nave può essere messa in ''libera pratica sanitaria'. Le autorità sanitarie stanno informando la Capitaneria di Porto", si legge in una nota del ministero della Salute.

La nave è ferma dalle 7:30 di questa mattina alla banchina del terminal crociere di Civitavecchia a causa della febbre alta riscontrata in una passeggera originaria di Macao, che ha fatto scattare il protocollo d'emergenza coronavirus. La nave Costa Smeralda, con 7mila persone a bordo, proveniva da Palma di Maiorca.

"La nave salterà lo scalo di La Spezia e rimarrà ormeggiata a Civitavecchia sino a domani, per poi ripartire alle ore 18 alla volta di Savona, riprendendo quindi il suo programma regolare di crociere. Costa Crociere offre la possibilità agli ospiti che sarebbero dovuti sbarcare oggi a Civitavecchia di poter pernottare a bordo, provvedendo all'organizzazione dei loro rientri a casa a partire da domani mattina". E' quanto comunicato da Costa Crociere in serata "Gli ospiti che lo desiderano - si legge in una nota - possono comunque sbarcare a loro piacimento. Costa ha provveduto inoltre alla sistemazione in alberghi della zona degli ospiti previsti imbarcare oggi a Civitavecchia, e che imbarcheranno invece domani, insieme agli ospiti provenienti da La Spezia".

"Pur comprendendo il disagio venutosi a creare, le procedure in vigore e la collaborazione con le Autorità Sanitarie si sono dimostrate efficaci nel gestire questa situazione straordinaria, garantendo i livelli massimi di sicurezza per tutti gli ospiti, l'equipaggio e tutta la collettività", precisa la compagnia sottolineando: "La situazione a bordo è sempre stata sotto controllo ed il personale di bordo ha fornito la massima assistenza possibile. Allo stesso modo anche gli ospiti che nel frattempo stavano raggiungendo il Terminal per l'imbarco hanno trovato il personale Costa ad assisterli". "Grazie ai protocolli che vengono applicati a bordo della flotta - si legge ancora in una nota -il nostro medical-team aveva prontamente individuato la scorsa notte un caso di forma febbrile sospetta su una 54enne, poche ore prima dell'arrivo della nave a Civitavecchia. Non appena rilevato il caso, sono state immediatamente attivate a titolo precauzionale le procedure previste, informando le Autorità, che all'arrivo della nave al porto di Civitavecchia hanno dato seguito a tutti gli accertamenti necessari".

Cosa è successo - Il medico di bordo, come prassi, ha comunicato alla Sanità marittima che c'era un caso di febbre, attivando i controlli del caso e la 54enne è stata messa in isolamento nell'ospedale di bordo. Sotto osservazione dei medici c'è pure il marito della donna. L'uomo al momento non presenta sintomi. Campioni prelevati dai due passeggeri sono partiti da Civitavecchia per l'ospedale romano per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani. I due cinesi originari di Macao sono arrivati a Milano Malpensa con un volo da Hong Kong il 25 gennaio scorso e si sono imbarcati ieri sera al porto di Savona sulla nave da crociera Costa Smeralda.

Le testimonianze dalla nave da crociera (ASCOLTA)

Nel primo pomeriggio erano stati autorizzati a sbarcare 1.143 dei 7.000 passeggeri bloccati. A essere autorizzati a lasciare la nave erano stati coloro che hanno concluso la crociera e che sarebbero comunque dovuti sbarcare a Civitavecchia. L'autorizzazione allo sbarco era stata data dalle autorità sanitarie che si stanno occupando del caso.

Nel frattempo una pec era stata inviata stamattina dal sindaco di Civitavecchia Ernesto Tedesco alle autorità competenti "affinché - sottolinea all'Adnkronos - ogni decisione in merito allo sbarco di passeggeri o personale della Costa Smeralda fosse presa solo all’esito della comunicazione delle analisi dall’ospedale Spallanzani.

TASK FORCE: RAFFORZATA SALA OPERATIVA EMERGENZE 1500 - Intanto è stata potenziata la sala operativa che risponde con medici e professionisti sanitari al numero verde 1500 attivo 24 ore su 24 sull'emergenza coronavirus. Lo ha deciso nell'incontro di oggi la task force del ministero della Salute. Proseguono regolarmente i controlli e il monitoraggio costante. Al momento - sottolinea il ministero in una nota - tutti i casi sospetti segnalati in Italia si sono rivelati infondati.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.