Cerca

Addio a Dawn Mello, pioniera fashion buyer che rilanciò Gucci

CRONACA
Addio a Dawn Mello, pioniera fashion buyer che rilanciò Gucci

(Afp)

di Paolo Martini


Addio a un'icona della moda statunitense, la pioniera dei fashion buyer a livello globale ma anche l'imprenditrice-stilista che salvò e rilanciò il marchio Gucci affidandolo al direttore creativo Tom Ford: Dawn Mello, ex presidente di Bergdorf Goodman Inc., la società proprietaria dell'omonimo grande magazzino del lusso con sede sulla Fifth Avenue a Manhattan, è morta domenica scorsa nella sua casa di New York all'età di 88 anni. L'annuncio della scomparsa del tenuto arbitro dello stile è stato dato dal "New York Times".

Già affermata consulente di moda, nel 1975 Mello fu assunta dall'allora presidente di Bergdorf Goodman, Ira Neimark, come direttore delle vendite dello store. Durante il suo incarico il grande magazzino divenne un punto di riferimento internazionale dettando le nuove tendenze nella moda, promuovendo i nuovi talenti di stilisti come Michael Kors e Donna Karan e facendo conoscere a una vasta clientela americana Armani, Fendi, Versace, Christian Lacroix e Yves Saint Laurent.

Alla fine degli anni '80 Mello iniziò un nuovo capitolo della sua vita nel mondo della moda alla maison Gucci e divenne la personalità chiave per il futuro del marchio italiano. Arruolata personalmente da Maurizio Gucci per contrastare l'inesorabile declino della casa fiorentina creata dal nonno Guccio Gucci, Dawn Mello nel 1989 fu nominata designer del prêt-à-porter.

Fu durante il suo incarico che scovò il talento del designer texano Tom Ford e nel 1990 Mello gli fece disegnare una linea di prêt-à-porter. Rimase così convinta dal risultato, che grazie a Mello lo stilista divenne l'uomo d'oro che nel 1994 risollevò le sorti di Gucci, quasi in banca rotta, assumendo l'incarico di direttore creativo della casa di moda destinata a una nuova gloria nel XXI secolo.

Dopo aver collaborato alla nuova versione dell'iconico mocassino Gucci e concluso il suo mandato durato cinque anni, Mello lasciò l'Italia e ritornò a New York. Nel 1994 fu nominata presidente di Bergdorf Goodman e rinnovò completamente il grande magazzino di Manhattan offrendo nuovi marchi alla clientela.

Dopo aver lasciato la guida di Bergdorf Goodman nel 1999, Mello ha continuato a influenzare il mondo della moda attraverso la sua società di consulenza e l'Atelier Fund, che aveva creato con Marty Wikstrom.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.