Cerca

Coronavirus, atterrati gli italiani della Diamond Princess

CRONACA
Coronavirus, atterrati gli italiani della Diamond Princess

(Afp)

E' atterrato intorno alle ore 6.40 di stamattina all’aeroporto militare di Pratica di Mare il KC767A dell'Aeronautica militare con a bordo gli italiani rimpatriati dalla nave da crociera Diamond Princess bloccata in Giappone per l’emergenza coronavirus. L’arrivo era inizialmente previsto per le ore 5 ma durante lo scalo, avvenuto a Berlino, si è accumulato un po' di ritardo.
Sono in tutto 19 gli italiani rimpatriati. A bordo, a quanto si apprende, anche tre stranieri che faranno poi rientro nei rispettivi paesi di origine. Altri quindici stranieri sono sbarcati nel corso dello scalo avvenuto a Berlino.


In seguito ai primi controlli sanitari e il percorso di decontaminazione, i nostri connazionali sono stati trasferiti alla cittadella militare della Cecchignola dove trascorreranno il periodo di isolamento di 14 giorni. Gli alloggi che, fino a due giorni fa ospitavano i primi connazionali rimpatriati con il volo del 3 febbraio scorso, sono stati infatti nuovamente allestiti per consentire il periodo di sorveglianza sanitaria ai diciannove rimpatriati dal Giappone che, anche in questo caso, saranno assistiti da medici e infermieri dell’Esercito.

Sono 31 i passeggeri che sono rimasti a bordo della Diamond Princess ancorata al porto di Yokohama. Lo rende noto un portavoce della Princess Cruises alla Cnn, confermando che a bordo della nave restano anche i 924 membri dell'equipaggio. Ieri erano state 253 le persone risultate negative al test per il coronavirus e che erano sbarcate dopo 14 giorni di quarantena. Lo sbarco dei passeggeri proseguirà oggi, ha aggiunto il portavoce. La nave viaggiava con 3.600 persone a bordo, tra passeggeri ed equipaggio. Almeno 639 le persone infette da coronavirus sulla nave.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.