Cerca

Mattarella, il barbiere di fiducia: "Appena torna a Palermo gli sistemo i capelli"

CRONACA
Mattarella, il barbiere di fiducia: Appena torna a Palermo gli sistemo i capelli

Franco Alfonso

di Elvira Terranova
"Non vedo l'ora di rivedere il Presidente Mattarella per potergli sistemare i capelli, un po' lunghi. Capisco il suo rammarico perché in questo mese si sono davvero allungati un bel po'. E, quindi, non stanno in ordine. Ma anche lui, proprio come tutti noi, dovrà aspettare ancora per andare dal barbiere. E io sarò felice di potergli tagliare ancora i capelli". Franco Alfonso, palermitano di 81 anni, è un signore d'altri tempi. Da oltre venti anni è il barbiere di fiducia del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Anche lui, ieri sera, ha visto il fuorionda del messaggio del Capo dello Stato, in cui Mattarella si lamenta con il suo portavoce Giovanni Grasso di avere qualche capello fuori posto. "Giovanni - gli dice -non vado dal barbiere neanche io", toccandosi la chioma bianca, senza sapere che poi quelle immagini, mandate per errore sui circuiti televisivi, sarebbero diventate virali.


"Purtroppo dobbiamo ancora aspettare per sistemare i capelli del Capo dello Stato - dice oggi Franco Alfonso in una intervista all'Adnkronos - Il Presidente è venuto a Palermo l'ultimo sabato di febbraio e gli ho tagliato i capelli". Da quando è stato eletto Capo dello Stato, cinque anni fa, Mattarella fa venire il signor Alfonso nella sua abitazione, per questioni di sicurezza. "Quel sabato - racconta il barbiere - ci sono andato, come faccio sempre quando gli vado a tagliare i capelli e dare una sistemata alla sua chioma bianca, ma non immaginavamo che io avrei dovuto chiudere temporaneamente il salone e il Presidente non potesse venire per così tanto tempo a Palermo. Quel giorno venne solo per poche ore, ricordo, perché doveva rientrare subito a Roma".

"Aspetterà come tutti gli altri, come ha sempre fatto. Da quando è diventato Presidente non ha mai cambiato atteggiamento. E' sempre il signore gentile che ho conosciuto tantissimi anni fa - dice ancora sorridendo - lui è una persona per bene e molto discreta". Sergio Mattarella, da oltre venti anni è un "cliente fedelissimo" di Franco Alfonso, come lo definisce lo stesso barbiere che ha il salone nella centralissima via Catania, a Palermo. "Io ne sono molto molto orgoglioso - dice ancora il barbiere -Avere questo onore mi inorgoglisce molto. Non avrei mai pensato di diventare il barbiere personale di un Capo dello Stato". E ricorda di essere stato il barbiere di fiducia "di molte personalità importanti". Ha aperto il suo negozio 57 anni fa e sono state migliaia le persone che si sono sedute sulle sue poltrone antiche in pelle.

"Io sono sempre stato molto amato - dice - sono in tanti a volersi fare barba e capelli solo da me" E con orgoglio annuncia: "Sì, sono stagionato ma anche molto ricercato da tanta gente che vuole farsi tagliare i capelli solo da me". Ricordando che nel suo salone "non si usano le macchinette, ma solo le forbici, come si faceva un tempo". In questo periodo non esce di casa per il coronavirus. Neanche a fare la spesa. "Alla mia età è pericoloso - dice - Sono sposato da 53 anni con mia moglie e ci amiamo come il primo giorno. Dobbiamo evitare di correre incontro a rischi per il contagio. Quindi preferisco restare in casa. Tanto deve finire. Non può durare per sempre questa quarantena...".

Poi ricorda che "il taglio del Presidente della Repubblica è sempre lo stesso", da oltre venti anni. "Non cambia niente - spiega Franco Alfonso - Mattarella è una persona molto tradizionale, come lo sono io". "Mattarella ha i capelli di un bianco candido. Io gli faccio solo lo shampoo, il taglio e poi li sistemo con il phon".

Ma quale sarà la prima cosa che gli dirà non appena il Presidente Mattarella tornerà a Palermo e lo chiamerà per farsi fare tagliare i capelli? "Che sono molto felice che mi abbia aspettato per un taglio di capelli. Sa, non è l'unico. Ci sono molti clienti che mi aspettano anche tre mesi. Adesso tocca aspettare anche al Capo dello Stato...".

E poi chiosa: "In questi giorni sto molto davanti alla tv e vedo tutte queste presentatrici o giornaliste con i capelli un po' disordinati, diciamo scombinati. Si nota l'assenza del parrucchiere. Questo fa capire che anche noi barbieri o parrucchieri abbiamo un nostro piccolo ruolo importante. Se restiamo fermi anche questo è un danno per tutti. Ma passerà. Speriamo presto".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.