Cerca

Coronavirus, in Basilicata tampone a chi arriva da altre regioni

CRONACA
Coronavirus, in Basilicata tampone a chi arriva da altre regioni

(Afp)

Il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, ha emanato una nuova ordinanza, la n. 20, con ulteriori misure di contrasto e prevenzione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19. Ferme restando le misure statali e regionali già vigenti di contenimento del rischio sanitario, il provvedimento obbliga chi arriva in Basilicata da altre regioni, anche se asintomatico, ''a comunicare la propria presenza al proprio medico di base, al pediatra o al numero verde istituito dalla Regione 800996688''. Oltre all'obbligo della comunicazione c'è anche quello di mettersi in isolamento fiduciario presso la propria abitazione o in un altro luogo indicato come domicilio per quattordici giorni. In questo periodo sono vietati i contatti sociali, spostamenti o viaggi. Chi proviene da fuori regione, inoltre, verrà sottoposto a tampone.


La permanenza domiciliare terminerà con l'acquisizione del risultato negativo del tampone mentre la persona risultata positiva sarà presa in carico dalle unità sanitarie speciali Covid-19 e resterà in permanenza domiciliare. Queste disposizioni non si applicano nei casi di comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o motivi di salute, nonché a coloro che facciano ingresso in Basilicata in ragione di spostamenti funzionali allo svolgimento delle attività inerenti gli organi costituzionali, di funzioni pubbliche anche di natura elettiva, comprese quelle inerenti gli incarichi istituzionali. L'ordinanza è pubblicata sull'edizione speciale del Bur n. 41 e sul sito istituzionale della Regione Basilicata.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.