Cerca

Giustizia, giunta Anm in carica fino a elezioni di ottobre

CRONACA
Giustizia, giunta Anm in carica fino a elezioni di ottobre

Fotogramma

Non è stato trovato l'accordo politico tra i gruppi, dopo la crisi che ha portato alle dimissioni dei rappresentanti di Area e di Unicost. Ma la giunta dell'Associazione nazionale magistrati resta in carica, come prevede lo statuto, per l'ordinaria amministrazione e per portare l'Anm alle elezioni che ne rinnoveranno i vertici, previste per ottobre. E' questa la soluzione alla quale è arrivato il comitato direttivo centrale, nel corso di una riunione convocata per proseguire l'incontro di sabato scorso, nel corso del quale si erano dimessi il presidente, Luca Poniz, e il segretario, Giuliano Caputo. La mancanza dei presupposti per la prosecuzione di una giunta politica è stata rilevata in apertura da Area "le condizioni per la prosecuzione di una giunta politica non sono più sussistenti". Ma da parte di tutti i gruppi è stato condiviso l'appello alla responsabilità e a portare avanti il 'governo' dell'Associazione.


"Convocherò un cdc entro il termine statutario", ha detto in conclusione il presidente dimissionario Poniz per valutare tra l'altro la possibilità di anticipare il voto, come chiesto da Magistratura Indipendente, un'ipotesi che presenta però difficoltà tecniche per l'organizzazione del voto, e della campagna elettorale, che saranno svolti per via telematica a causa dell'emergenza sanitaria .

"Non ci sono sedie ma persone e responsabilità, che eserciteremo responsabilmente. Nei prossimi cdc avremo modo di discutere di tutto quanto sarà necessario" ha assicurato Poniz, e "non avremo difficoltà a portare i contenuti nei luoghi istituzionali perché li abbiamo sempre espressi", ha sottolineato, in riferimento al confronto politico sulle riforme. "Il comitato direttivo centrale è sempre stato e continuerà a essere il luogo di rappresentanza della magistratura associata", ha concluso.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.