Cerca

Sala: "Riaperture 3 giugno? Governo dica su che parametri"

CRONACA
Sala: Riaperture 3 giugno? Governo dica su che parametri

Fotogramma

"Dal 3 di giugno anche noi potremo lasciare la nostra regione? Ne abbiamo necessità e voglia, per andare a trovare un parente, per andare al mare o in montagna. Non solo stiamo facendo bene i compiti a casa ma la mia ordinanza di ieri va in questa direzione, cercare di contenere la potenziale diffusione del Covid. Quello che il governo deciderà noi applicheremo, sia chiaro, però chiedo al governo e ieri l’ho chiesto al ministro Boccia, un paio di cose. La prima è che non ce lo dicano il giorno prima: molti si devono organizzare. La seconda è capire in base a che parametri sarà presa questa decisione". Lo afferma il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, nel consueto videomessaggio postato su Facebook.


"Considereranno R0 - si chiede Sala - il numero tamponi fatti, le persone in terapia intensiva? Cosa? Sarebbe giusto e carino che ce lo dicessero, poi qualcuno deciderà e noi applicheremo, ma in questa situazione credo che essere partecipe di quello che sta succedendo sia fondamentale". Poi spiega: "Vedo che alcuni presidenti di Regione, come Toti in Liguria, dice ‘accoglierò a braccia aperte i milanesi’, altri, non li cito, parlano di patente di immunità. Ora, parlo da cittadino ancor prima che da primo cittadino, io quando deciderò dove andare per un weekend o una vacanza me ne ricorderò".

Sala si dice poi "assolutamente favorevole" a far trascorrere ai bambini l'ultimo giorno di scuola insieme. "C’è dibattito rispetto alla possibilità che i nostri bambini facciano almeno l'ultimo giorno di scuola assieme - spiega -. Io sono assolutamente favorevole, d’altro canto poi deciderà qualcun altro e noi applicheremo le decisioni prese". Poi sottolinea: "Il land del Baden-Württemberg, in Germania, è uno dei più colpiti dal Covid, e ha ordinato una ricerca alla clinica universitaria di Heidelberg sulla diffusione del Covid tra i bambini tra 0 e 10 anni. Ne è venuto fuori che i bambini in questa fascia d’età non sono portatori e non sono diffusori del Covid. In base a questa ricerca hanno riaperto nidi, asili e scuole fino a 10 anni, precisando che sono stati sottoposti a tamponi e test sierologici bambini, genitori e insegnanti. Non sono uno scienziato ma vi riporto questa informazione".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.