Cerca

Focolaio Covid in Campania, 43 positivi a Mondragone

CRONACA
Focolaio Covid in Campania, 43 positivi a Mondragone

(Fotogramma)

Sono 43 i tamponi risultati positivi nell'ambito dello screening effettuato a Mondragone (Caserta) dove negli ultimi giorni è emerso un focolaio che ha riguardato in particolare la comunità bulgara. Lo fa sapere l'Unità di crisi della Regione Campania, chiarendo che "i dati forniti quotidianamente" nel bollettino con i dati dei nuovi positivi, dei tamponi eseguiti, dei decessi e dei guariti, "come sempre avvenuto fino ad oggi si riferiscono alle comunicazioni alle 22 del giorno precedente". Per quanto riguarda l'emergenza Mondragone "si comunica che alle ore 18 del 25 giugno i tamponi esaminati da inizio screening, sabato 20 giugno, sono stati 727. Quelli risultati positivi sono 43". Da fonti del Viminale intanto si apprende che è arrivato a Mondragone il contingente di 50 militari inviato dal ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, per rafforzare il presidio di vigilanza. Sempre oggi, in aggiunta al dispositivo territoriale, sono stati messi a disposizione della questura di Caserta 40 appartenenti alle Forze di polizia, ai quali se ne aggiungeranno altri 30 nella giornata di domani.


I primi casi del focolaio risalgono a sabato scorso, quando una donna bulgara si è recata all'ospedale di Sessa Aurunca per partorire ed è risultata positiva al Covid-19, seguita poco dopo da un suo connazionale.

Sono quindi subito scattate le operazioni di screening da parte della Asl di Caserta su tutti i membri della comunità bulgara e un'ordinanza del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha istituito una mini zona rossa che comprende i 5 edifici dell'area Cirio, all'interno dei quali sono presenti circa 300 italiani, quasi 200 bulgari e cittadini di Ucraina, Tunisia, Russia, Romania, Polonia, Moldavia, ma anche provenienti dal Sud America, Brasile e Venezuela, e dal Nord Africa, Tunisia e Marocco.

I test sono stati estesi a tutti i residenti dei Palazzi Cirio. I casi positivi sono comunque quasi tutti ascrivibili alla comunità bulgara, con l'eccezione di 3 italiani. Le persone positive sono tutte asintomatiche, ma per chi risiede in contesti nei quali non è possibile garantire l'isolamento domiciliare è stato disposto il ricovero nel Covid Hospital di Maddaloni.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.