Cerca

Omicidio Matei, confermati 30 anni a Castaldo in appello-bis

CRONACA
Omicidio Matei, confermati 30 anni a Castaldo in appello-bis

Fotogramma

La Corte d'Assise d'appello di Bologna ha confermato i 30 anni comminati in primo grado a Michele Castaldo, che il 5 ottobre 2016 strangolò Olga Matei, con cui aveva una relazione da circa un mese. E’ l’esito del nuovo processo di secondo grado disposto dopo l'annullamento, da parte della Cassazione, della precedente sentenza d’appello che dimezzava (da 30 a 16 anni) la condanna inflitta all’operaio cesenate. Sentenza che aveva suscitato scalpore poiché teneva conto della "soverchiante tempesta emotiva e passionale" in preda alla quale Castaldo, secondo una perizia psichiatrica, avrebbe agito nell’uccidere la donna.




RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.