Cerca

Lampedusa, Federalberghi: "Invasione migranti più mediatica che reale"

CRONACA
Lampedusa, Federalberghi: Invasione migranti più mediatica che reale

(Fotogramma)

"L’invasione dei migranti? Un fenomeno più mediatico che reale. Certo ne arrivano tanti, ma, grazie all’ottimo lavoro delle forze dell’ordine, vengono soccorsi, condotti all’hotspot e poi trasferiti. I turisti non li vedono certamente per le strade dell’Isola". A dirlo all’Adnkronos è Giandamiano Lombardo, presidente di Federalberghi Lampedusa, nel giorno dell’arrivo sulla più grande delle Pelagie del leader della Lega, Matteo Salvini


Quello dell’immigrazione per l’imprenditore che appartiene a una famiglia che per generazioni si è occupata di turismo è "un problema molto serio, che coinvolge emotivamente il nostro territorio", soprattutto a causa delle immagini trasmesse dai media, ossia "quelle, false, di un’isola invasa dai migranti. Non è così". La conseguenza? "La gente non ama andare in un posto in cui si consumano tragedie e lutti. Lampedusa rischia di soffocare se non si cerca di liberarla dalla tenaglia dell’immigrazione". 

"Abbiamo il dovere morale e civico di accogliere - puntualizza Lombardo -, ma non si può fare sulla pelle di una piccola comunità, dove mancano i servizi essenziali, dove al posto dell’ospedale abbiamo un Poliambulatorio". La soluzione per il numero uno degli albergatori isolani passa da "corridoi umanitari" e da "navi militari che potrebbero essere usate come hotspot galleggianti. L’immigrazione è un fenomeno epocale e Lampedusa è diventata il simbolo dell’accoglienza che ha fatto comodo a tanti. L’Italia continua ad alzare questa bandiera in Europa, ma a danno della nostra comunità".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.