Cerca

Ponte Morandi, a Genova è il giorno del ricordo

CRONACA
Ponte Morandi, a Genova è il giorno del ricordo

(Afp)

A due anni di distanza dal crollo del ponte Morandi, a Genova oggi è il giorno del ricordo, dedicato alla commemorazione delle 43 vittime del disastro del 14 agosto 2018.


Bucci - "Genova non dimentica. La nostra città non dimentica mai, nella storia non ha mai dimenticato nulla, soprattutto lancia un messaggio: queste cose non devono accadere più", ha detto il sindaco di Genova e commissario alla ricostruzione Marco Bucci all'arrivo in via Fillak. "Noi - ha aggiunto -vogliamo che le risorse economiche, umane e le tecnologie vengano messe assieme affinché le nostre infrastrutture, le più belle al mondo, siano anche le più sicure".

Toti - "Il futuro si costruisce senza dimenticare e si costruisce nella bellezza ed è quello che stiamo cercando di fare", afferma il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti nel corso della cerimonia. "E' il secondo anno - che ci troviamo a ricordare chi non c'è più, è una giornata che ha cambiato l'Italia intera. L'Italia si è fermata davvero quel giorno. Continueremo a non dimenticare. Per non dimenticare ci vuole memoria e perché sia una memoria condivisa ci vuole giustizia e perché ci sia giustizia ci vuole la verità".

Nell'omelia nella chiesa di San Bartolomeo della Certosa, sono stati letti i nomi delle 43 vittime. "Siamo oggi qui a chiederci perché e a non avere risposte. Ma bisogna ricordare che il dolore e la sofferenza non hanno l’ultima parola. Al Signore dobbiamo chiedere di darci la grazia per sperimentare questo", ha detto l'Arcivescovo di Genova Monsignor Marco Tasca nell'omelia.

Alle 11.36, l'ora del crollo, è stato osservato un minuto di silenzio seguito dalla lettura di alcune parti del libro dedicato alle vittime. Al pomeriggio invece nella sede del Comune a palazzo Tursi, scoperta la targa con i nomi di chi perse la vita nel crollo del viadotto di Genova. In serata sono state organizzate 3 fiaccolate, aperte al pubblico, con partenza da Cornigliano, Certosa e Sampierdarena, e arrivo in via Fillak nella nuova Radura della Memoria, dove sorgerà il più ampio progetto del Parco del Ponte con il memoriale pensato dall'architetto Stefano Boeri.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.