Cerca

Migranti, la rivolta di Lampedusa - VIDEO -

CRONACA

Momenti di tensione questa mattina davanti al Comune di Lampedusa dove un gruppo di cittadini ha manifestato per chiedere "la chiusura dell’hotspot dell’isola". Alla guida della protesta l’ex senatrice leghista Angela Maraventano che la notte scorsa ha manifestato anche al porto per l’arrivo dei 450 migranti a bordo di un peschereccio. "L’hotspot va chiuso - dicono a gran voce i cittadini, come si vede anche nei video pubblicati sul sito www.adnkronos.com - perché abbiamo oltrepassato ogni limite". Per domani il sindaco Salvatore Martello ha convocato le associazioni per decidere uno sciopero generale. Che però i cittadini vogliono già per domani. "Aspettiamo due giorni - dice Maraventano - e decidiamo".

"Se il sindaco domani non firmerà un'ordinanza con cui chiude l'hotspot noi occuperemo il Comune di Lampedusa. Adesso basta. Faremo la rivoluzione" dice all'Adnkronos Attilio Lucia, vicepresidente della Lega di Lampedusa, che oggi ha partecipato alla protesta.

"Oggi ho detto al sindaco Martello che deve entro domani firmare un'ordinanza - spiega Attilio Lucia - deve dichiarare chiuso l'hotpsot chiuso. Dobbiamo blindare l'isola e fare una rivoluzione, perché la rivoluzione partirà da Lampedusa. Se non farà questo domani stesso, a mezzogiorno, occuperemo il Comune. Oltre mille persone andranno al comune e lo occuperemo".

"Ormai non crediamo più a niente - spiega - vogliamo i fatti". Lucia ha sentito oggi il commissario della Lega in Sicilia Stefano Candiani "che sta dalla nostra parte", dice. "Siamo un gruppo molto folto".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.