Cerca

Battisti, udienza su ricorso isolamento

CRONACA
Battisti, udienza su ricorso isolamento

Afp

Udienza questa mattina, davanti al Magistrato di Sorveglianza di Cagliari, per discutere il ricorso dei legali di Cesare Battisti sull’isolamento cui era sottoposto nel carcere di Massama, a Oristano, dove è stato detenuto da gennaio 2019 fino allo scorso 12 settembre. L’ex terrorista, condannato all’ergastolo, si trova ora nel carcere di Alta Sicurezza di Rossano, in Calabria, e proprio nei giorni del trasferimento è arrivata agli avvocati la data dell’udienza che deve stabilire se il regime di isolamento a Massama sia stato o meno legittimo.


Per gli avvocati Gianfranco Sollai e Davide Steccanella, nei confronti del loro assistito c’è stato un abuso di potere e, qualora dovesse essere confermato dal magistrato di sorveglianza, il loro assistito potrebbe chiedere un risarcimento danni allo Stato. Nei mesi trascorsi a Massama, Battisti ha denunciato lo Stato per l’isolamento, protestato per la qualità del cibo del carcere, che avrebbe aggravato le sue condizioni di salute, iniziato lo sciopero della fame per avere il trasferimento dalla Sardegna, fino alla lettera, consegnata ai suoi legali, nella quale si definiva "prigioniero politico, sequestrato dallo Stato".

"Il Magistrato di sorveglianza, dopo aver sentito le ragioni del reclamo di Cesare Battisti e la richiesta di rigetto della Procura generale, si è riservato di decidere. Speriamo di avere un pronunciamento entro 10 giorni". Così riferisce all’Adnkronos Sollai. Nel caso in cui il reclamo venisse accolto, "ci riserviamo di chiedere un risarcimento dei danni patiti da Battisti che, per condanne di tanti anni come è la sua, si tradurrebbe non in un riconoscimento in denaro, ma in uno sconto della pena".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.