Cerca

Suarez, difensore rettore: "Valutiamo Riesame contro sequestro"

CRONACA
Suarez, difensore rettore: Valutiamo Riesame contro sequestro

Fotogramma /Ipa

dalle inviate Assunta Cassiano e Silvia Mancinelli


"La mia assistita è molto turbata ma fiduciosa che la sua posizione possa essere chiarita. Stiamo valutando l’opportunità di proporre richiesta di Riesame avverso il decreto di sequestro probatorio". A dirlo all’Adnkronos l’avvocato David Brunelli, difensore del rettore dell’Universita’ per Stranieri di Perugia Giuliana Grego Bolli indagata nell’inchiesta sulle presunte irregolarità nella prova di certificazione della lingua italiana, svolta il 17 settembre scorso, dal calciatore Luis Suarez per ottenere la cittadinanza. Al momento, a quanto si apprende, Grego Bolli non è stata convocata dai pm. Tra i reati ipotizzati nei confronti del rettore, c’è anche il concorso in corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio. L’ipotesi di reato è contenuta nell’avviso di garanzia che le è stato inviato. Al rettore vengono contestati anche la rivelazione di segreti d'ufficio e falsità ideologica.

Con lei sono finiti sotto inchiesta Simone Olivieri, direttore generale università per stranieri di Perugia, la direttrice per la certificazione linguistica Stefania Spina, l'esaminatore Lorenzo Rocca e l’impiegata Cinzia Camagna. I reati contestati dai pm guidati dal procuratore Raffaele Cantone sono rivelazione di segreti d'ufficio e falsità ideologica. "Per quello che mi ha accennato la mia assistita - ha spiegato il difensore - il riferimento riportato nelle intercettazioni al ‘binario’ e’ a un binario culturale e niente altro".

AVVOCATO DG UNIVERSITA' - "Il mio assistito Simone Olivieri non è stato ancora sentito e non ha avuto ancora alcuna citazione a comparire ma siamo in una fase fluida e in ogni momento può mutare lo scenario. E' sereno e fiducioso di poter chiarire quanto prima la sua posizione". Lo dice all’Adnkronos l’avvocato Francesco Falcinelli, difensore del direttore generale dell’Università per stranieri di Perugia, Olivieri. Al dg ieri sono stati sequestrati l’iPhone, e duplicati software e dati informatici. Anche nei suoi confronti i pm della Procura di Perugia ipotizzano il concorso in corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio. Nell’inchiesta si procede inoltre per rivelazione di segreti d'ufficio e falsità ideologica.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.