Cerca

Covid Lombardia, "velocità contagio spaventa"

CRONACA
Covid Lombardia, velocità contagio spaventa

Immagine di repertorio (Fotogramma)

"Quello che ci spaventa non sono i numeri dei contagi, ma la velocità con la quale i numeri cambiano. I numeri crescono molto rapidamente e questo ci deve portare a prendere rapidamente i provvedimenti del caso". Lo ha detto Antonio Pesenti, coordinatore dell'Unità di crisi della Lombardia per le terapie intensive, intervistato ad 'Agorà' su Rai 3 in merito alla situazione di Covid-19 nella regione. "La velocità ci sorprende. E' veramente molto alta", ha ribadito lasciando trasparire commozione.


"Oggi i 125 posti di terapia intensiva a disposizione in Lombardia sono tutti occupati. E quindi in giornata apriremo nuovi letti", ha detto Pesenti. "La strategia che la Regione ha deciso - ha ricordato - è quella di aprire la Fiera, che ci porterà 150 posti i più. Progressivamente, perché è inutile avere 150 posti tutti insieme. Cominceremo ad aprine blocchi di 14 per volta. Apriremo entro qualche giorno. In Lombardia abbiamo una grande riserva di posti, possiamo arrivare a 1.400, ma speriamo, certo, di non dedicarli tutti ai Covid: esistono anche altri malati di cui la sanità deve occuparsi", ha precisato Pesenti, sottolineando la necessità di agire sul territorio per prevenire.

"Quello che vediamo - ha osservato - è che molti pazienti hanno difficoltà a fare l'isolamento domiciliare. Ci sono persone che vivono in 6 in 40 metri quadri, in quei casi fare l'isolamento è molto difficile. Ci sono situazioni socioeconomiche fragili che vanno protette".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.