Cerca

Coronavirus, ultime notizie sul covid in Italia e nel mondo

CRONACA
Coronavirus, ultime notizie sul covid in Italia e nel mondo

(Fotogramma/Ipa)

Le news sulla pandemia oggi dall’Italia e dal mondo. Lockdown in Francia e Germania, le misure a Milano. I dati sui contagi, le ultime notizie su Lombardia, Lazio, Piemonte e le altre regioni. L'Europa supera i 10 milioni di casi.


ORE 23.33 - La situazione epidemiologica nell'Ue "è molto seria. Salgono i nuovi casi, salgono i ricoveri e i decessi. Non velocemente" come in primavera, "per fortuna, perché oggi capiamo meglio come trattare i pazienti malati di Covid-19. Ma la diffusione" del coronavirus Sars-CoV-2 "travolgerà i servizi sanitari, se non agiamo con urgenza". Lo sottolinea la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen. "Capisco che le persone siano stanche - continua von der Leyen - tutte le politiche sono importanti. Ma la cosa più importante è indossare una mascherina", lavarsi spesso le mani, "evitare le folle, i contatti ravvicinati e i luoghi chiusi con scarsa ventilazione. In questo modo, tutti insieme, supereremo il virus".

ORE 22.28 - "Grazie all’app Immuni installata sul mio cellulare ho appena saputo di essere venuta in contatto il 21 ottobre scorso con una persona risultata positiva al Covid. Da adesso sono di conseguenza in autoisolamento fiduciario. E invito tutti a installare sul proprio cellulare Immuni. Un gesto semplice per proteggere le persone care e se stessi. Facciamolo!". Lo scrive su Fb Teresa Bellanova, esponente Iv e ministro dell'Agricoltura.

ORE 21.22 - La Francia ha superato i 36mila morti per il coronavirus e registra 47.637 nuovi contagi nelle ultime 24 ore. E' quanto riferisce il bollettino delle autorità sanitarie, che riporta 235 nuovi decessi per un totale di 36.020 morti. I contagi dall'inizio dell'epidemia arrivano a 1.282.769. Al momento vi sono 21.183 ammalati di Covid-19 ricoverati in Francia, dei quali 3.156 nei reparti di rianimazione.

ORE 20.50 - Il governo greco ha annunciato che da domani Salonicco, la seconda città più grande della Grecia, e altre due regioni entreranno in lockdown a fronte di un’impennata di casi di coronavirus. La decisione del governo pone Salonicco, Larissa e la regione settentrionale di Rodopi nella categoria di rischio più elevato sulla scala di valutazione a quattro livelli della Grecia. Tra i divieti al livello di allarme più elevato, gli spostamenti tra i vari distretti e gli assembramenti in pubblico o in privato.

ORE 20.19 - "Il rischio di infettarsi è condizionato da tre variabili: la carica virale del contagiante, il tempo di contatto e la presenza dei dispositivi di protezione individuale, i quali proteggono sia dalla diffusione, sia dall'acquisizione del contagio. E' chiaro che il trasporto locale pubblico ha meritato più di un'attenzione, ma se guardiamo ai dati rilasciati venerdì scorso l'ambito famigliare è quello in cui maggiormente c'è questa diffusione". Lo dice Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore di Sanità e componente del Cts intervenuto a 'Porta a Porta'.

ORE 20.16 - La Gran Bretagna ha superato la soglia dei 960mila contagi dall'inizio della pandemia. E' quanto si apprende dall'ultimo bollettino delle autorità sanitarie, che registra tuttavia un lieve calo dei contagi giornalieri. I nuovi casi delle ultime 24 ore sono infatti 23.065, contro gli oltre 24mila di ieri. I nuovi decessi sono 280, per un totale di 45.955. I contagi sono arrivati in tutto a 965.340.

ORE 19.57 - Il Parlamento di Madrid ha approvato oggi l'estensione dello stato d'emergenza in Spagna per il coronavirus fino al 9 maggio, malgrado le resistenze dell'opposizione. La richiesta del governo di minoranza del socialista Pedro Sanchez è stata approvata con 194 voti favorevoli.

ORE 19.03 - "Consideriamo i lockdown nazionali un'opzione di ultima istanza". Lo ha detto Hans Kluge, direttore regionale dell'Organizzazione mondiale della sanità per l'Europa, in un emergency meeting dei ministri della Salute europei sulle proiezioni relative alla pandemia di Covid per l'inverno.

ORE 19.02 - Dall'estate sta circolando in Europa, arrivata dalla Spagna dove è stata osservata per la prima volta, una variante del Sars-CoV-2. Lo ha rilevato un team internazionale di scienziati che ha seguito il virus e scoperto la variante, denominata '20A.EU1'. Lo studio è in fase di pubblicazione ma una parte è stata resa pubblica su 'medRxiv'. A guidare la ricerca è stata Emma Hodcroft dell'Università di Basilea. Al di fuori della Spagna, la frequenza di questa variante è aumentata, da valori molto bassi registrati il 15 luglio, al 40-70% registrato a settembre in Svizzera, Irlanda e Regno Unito.

ORE 18.41 - Burioni: "Vaccino covid? Non sappiamo se ci sarà, aspettiamo dati"

ORE 18.41 - "Gli ultimi dati epidemiologici ci preoccupano. Questa settimana, la Regione Europea ha registrato la più alta incidenza settimanale di casi di Covid-19 dall'inizio della pandemia, con oltre 1 milione mezzo negli ultimi 7 giorni. Il numero totale di casi confermati è passato da 7 a 9 milioni in soli 14 giorni e oggi l'Europa ha superato il traguardo dei 10 milioni di casi". Lo ha affermato Hans Kluge, direttore regionale dell'Organizzazione mondiale della sanità per l'Europa, in un emergency meeting dei ministri della Salute europei sulle proiezioni relative alla pandemia di Covid per l'inverno. "L'Europa è ancora una volta l'epicentro di questa pandemia", ha detto Kluge.

ORE 18.20 - Sono 7.339 i nuovi casi di Covid, a fronte di un nuovo record di tamponi effettuati (42.684), e 57 i morti registrati oggi in Lombardia. Lo rende noto la Regione nel suo bollettino quotidiano.

ORE 18 - La Svezia registra oggi un record di 3.254 nuovi casi di Coronavirus nelle ultime 24 ore.

ORE 17.47 - Sono 2.585 i nuovi casi di Covid e 27 i decessi (di cui 3 verificatisi oggi) di persone positive comunicati oggi dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte nel suo bollettino. I ricoverati in terapia intensiva sono 146 (+11 rispetto a ieri), i ricoverati non in terapia intensiva sono 2.381 (+144). Le persone in isolamento domiciliare sono 25.364. I tamponi diagnostici finora processati sono 997.507 (+12.787 rispetto a ieri).

ORE 17.10 - Sono 26.831 i nuovi contagi di coronavirus in Italia secondo il bollettino di oggi. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 217 decessi,

ORE 17.05 - Sono 1.995 i nuovi casi di Covid, su oltre 25mila tamponi, e 15 i decessi registrati nel Lazio oggi. Lo rende noto l'assessorato alla Sanità della Regione nel suo bollettino quotidiano.

ORE 17.03 - Sono 3.103 i nuovi casi di coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Campania.: si tratta del dato più alto registrato in un sol giorno inella regione dall'inizio dell'emergenza.

ORE 16.57 - Sono 1.545 in più rispetto a ieri i casi di Coronavirus in Emilia-Romagna. Si registrano 8 nuovi decessi.

ORE 16.45 - "In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 266.077 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 268.987 (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al coronavirus sono 4.624 (+224 rispetto a ieri), quelle negative 261.453". Lo si legge nel bollettino della Regione Calabria, che fa registrare 2.713 casi attualmente attivi (ieri erano 2.504) e altri due morti, che portano a 113 il numero complessivo di decessi dall’inizio della pandemia.

ORE 16.40 - Sono complessivamente 9674 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall'inizio dell'emergenza, 482 in più rispetto a ieri. Di questi 183 sono riferiti a tracciamenti di focolai già noti. Sale a 540 il bilancio dei pazienti deceduti con un incremento di 6 nuovi casi di età compresa tra 78 e 96 anni. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 3690 dimessi/guariti (+60 rispetto a ieri).

ORE 16.39 - Oggi in Puglia sono stati registrati 716 casi positivi su 7083 test per l'infezione da Covid-19: 240 in provincia di Bari, 41 in provincia di Brindisi, 48 in provincia di Barletta, Andria e Trani, 208 in provincia di Foggia, 48 in provincia di Lecce, 129 in provincia di Taranto, 1 attribuito a residente fuori regione, 1 caso di provincia di residenza non nota. Sono 7 i decessi: 2 in provincia di Bari, 5 in provincia di Foggia. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 544.675 test. Sono 6361 i pazienti guariti e 10.002 i casi attualmente positivi.

ORE 16.35 - Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 468 nuovi contagi Covid su 5.659 tamponi eseguiti mentre si sono registrati cinque decessi. Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 9.610, di cui: 3.151 a Trieste, 3.552 a Udine, 1.839 a Pordenone e 977 a Gorizia, alle quali si aggiungono 91 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione sono 4.160. Scendono a 34 i pazienti in cura in terapia intensiva mentre salgono a 152 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 387.

ORE 16.30 - "Dai dati in nostro possesso la percentuale dei pazienti in terapia intensiva rispetto ai posti letto attivati è pari al 22% che scende al 18% attivando tutte le postazioni attivabili". Lo ha detto il commissario straordinario all'emergenza Coronavirus Domenico Arcuri, a quanto si apprende, nel corso della riunione operativa convocata dal ministro degli Affari regionali Francesco Boccia con i presidenti delle Regioni su test, terapie intensive e risorse delle reti ospedaliere per fronteggiare la seconda ondata del Covid-19.

ORE 15.51 - "Oggi dobbiamo dare un messaggio chiaro al Paese e tranquillizzare i cittadini: sono immediatamente attivabili in tempo reale oltre 10.300 posti di terapia intensiva, tra quelli già attivi nelle singole Regioni e quelli attivabili grazie ai materiali inviati dal commissario". Lo ha detto il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia, a quanto si apprende, nel corso della riunione operativa che ha convocato con il commissario straordinario all'emergenza coronavirus Domenico Arcuri e i presidenti delle Regioni su test, terapie intensive e risorse delle reti ospedaliere per fronteggiare la seconda ondata del Covid-19

ORE 15.39 - Continuano a crescere i contagi in Svizzera: sono 9.386 le nuove infezioni da Covid-19 confermate nella Confederazione elvetica e nel Liechtenstein nelle ultime 24 ore (145.044 in totale), mentre ieri erano 8616. Ci sono stati anche 31 decessi supplementari e 287 persone sono state ricoverate in ospedale, secondo il bollettino odierno dell'Ufficio federale della sanità pubblica.

ORE 15.05 - "Pressione insostenibile sulla medicina generale", con i contagi da Sars-CoV-2 che si impennano. A denunciarlo sono i medici di famiglia della Fimmg (Federazione italiana medici di medicina generale), sezione di Milano e Lodi, che avvertono: "Se cadiamo, gli ospedali" sono destinati "al collasso". A raccontare "l'insostenibile situazione che si è determinata a seguito dell'aumento esponenziale dei contagi e delle procedure connesse" è Anna Pozzi, segretario generale provinciale Fimmg Milano.

ORE 14.20 - "La politica in questa pandemia è debole. E' un momento molto delicato anche per il fatto che i tecnici vengono interpellati ma molto spesso non ascoltati. E questo non avviene soltanto nel nostro Paese. Noi abbiamo buoni tecnici, in tutti i settori, ma nelle democrazie occidentali prevalgono altri interessi, non solo in Italia. E questo è dannoso per tutto: per la pandemia virale, per quella economica e per quella mentale e psicologica". Lo ha detto Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute e docente dell'Università Cattolica, intervenuto al XIII Congresso nazionale della Società scientifica di Health technology assessment (Sihta) nella sessione dedicata alla sanità del futuro.

ORE 13:40 - "Ora si tratta di fare scelte efficaci e comprensibili per i cittadini, nello spirito della leale collaborazione istituzionale fra i diversi livelli di governo che ha contraddistinto sin qui il nostro lavoro". E' quanto scrive il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, in una lettera inviata al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. "La rapida evoluzione del quadro epidemiologico -sottolinea- impone decisioni gravose sempre più difficili da contemperare ai bisogni del tessuto economico del Paese e sono cosciente dell’evoluzione del quadro epidemiologico e dei conseguenti oneri che comporta".

ORE 13:35 - La scuola non è "un problema" come qualcuno ha scritto. La scuola è futuro e speranza". Lo scrive su Facebook la ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina, invitando a riaprire "al più presto le scuole, evitando conseguenze gravi, presenti e future, per gli studenti e per le famiglie". "La Regione Puglia - scrive Azzolina su Facebook - ha sospeso le attività didattiche in presenza definendo ‘impressionante’ il numero dei contagi. Eppure, secondo quanto ci ha comunicato, si tratta di 417 studenti risultati positivi (su una popolazione studentesca di 562 mila). La stessa Regione ha poi ammesso che il problema in realtà non è la diffusione del virus all’interno delle scuole ma l’organizzazione del lavoro della Sanità regionale".

ORE 13.35 - In Toscana oggi sono 1.966 i nuovi contagi da coronavirus con un'età media di 44 anni. I casi totali salgono così a 38.958. Aumentano anche i morti che oggi sono 13: 7 uomini e 6 donne con un'età media di 84,4 anni. Crescono fortunatamente i guariti 343 in più rispetto a ieri.

ORE 13.31 - "Abbiamo provato a convivere in qualche modo con la diffusione del virus nei mesi scorsi. Tutto questo non è servito. C'è una crescita indubbia dei ricoverati e una crescita costante, non esponenziale, delle terapie intensive. Tutto questo preoccupa, ma vediamo se le misure messe in campo e, secondo me un atteggiamento molto più responsabile oggi dei cittadini, producono qualche effetto positivo ed evitano il lockdown". Sono le parole dell'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, intervenuto a 'L'Aria che tira' su La7.

ORE 13.17 - L'americana Eli Lilly ha annunciato un accordo con il governo statunitense per la fornitura di 300mila fiale di bamlanivimab, anticorpo neutralizzante anti-Covid in fase di sperimentazione.

ORE 13 - Sono 16 i decessi nelle ultime 24 ore a causa del Covid in Veneto. Dall'inizio dell'epidemia, il 21 febbraio scorso, il totale dei decessi sale così a 2371, mentre sono più di 2mila i nuovi casi positivi in regione.

ORE 12.52 - Procede a tappe serrate la ricerca sui super anticorpi 'made in Italy' contro Covid-19. "Stiamo già producendo gli anticorpi monoclonali per le prove cliniche e per la somministrazione ai pazienti. Vorremmo iniziare lo studio sull'uomo prima di metà dicembre, per arrivare in primavera all'utilizzo di questi anticorpi", spiega all'Adnkronos Salute Rino Rappuoli, 'padre' di tanti vaccini fra cui quello contro il meningococco B, chief scientist di Gsk Vaccines a Siena e professore di Vaccines Research presso l’Imperial College di Londra, coordinatore del Monoclonal Antibody Discovery (Mad) Lab di Fondazione Toscana Life Sciences, impegnato nello sviluppo del super anticorpo contro Sars-Cov-2.

ORE 12.51 - "Sono le sei città più grandi che oggi destano una attenzione particolare". Lo ha sottolineato Luca Richeldi, direttore dell'unità di Pneumologia del Policlinico Gemelli Irccs di Roma e componente del Comitato tecnico-scientifico (Cts) sull'emergenza coronavirus, ospite di 'Omnibus' su La7.

ORE 12.50 - "Nessuno conosce i tempi del vaccino, ma potrebbero anche essere brevi". Lo scrive Roberto Burioni in un post sulla pagina Medical Facts. Il virologo sottolinea come le sue stesse previsioni sull'arrivo del vaccino contro il Covid, fatte a febbraio, siano "state superate da un’incredibile e inimmaginabile accelerata della scienza: da quattro anni a 63 giorni".

ORE 12.16 - Andrea Crisanti contro Cristiano Ronaldo. La risposta di CR7 su Instagram sui tamponi, definiti una ‘stronzata’, subito cancellata dall’asso portoghese, non è passata inosservata. Dopo le repliche di Burioni, che ha ironizzato chiedendo al cinque volte Pallone d’oro di entrare a far parte della squadra di calcetto dei virologi, sull’argomento è intervenuto anche Crisanti, ordinario di Microbiologia all’Università degli studi di Padova, che ha criticato ulteriormente le parole di Cr7. “Sono segno di superficialità e di mancanza di rispetto per gli altri – ha detto il medico ai microfoni di Radionews 24 -. Molti si ammalano per comportamenti sbagliati degli altri e le sue affermazioni sono una mancanza di rispetto”.

ORE 11.18 - "Qualsiasi misura più restrittiva, a maggior ragione un eventuale lockdown, deve essere decisa da tutti: Governo nazionale, governo regionale e governo della città". Lo dichiara il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, che ieri ha tenuto una conversazione telefonica con il ministro della Salute Roberto Speranza, interpellato da de Magistris e dal sindaco di Milano Giuseppe Sala sull'ipotesi di lockdown per le due metropoli.

ORE 11.17 - "Sono negativa. Scusatemi se sono costretta a scrivervi tutto...ma devo farlo per forza perché andando in onda ogni settimana, il mio essere positiva o negativa e’ di dominio pubblico. Sono felice, certo!". A scriverlo su Twitter è Alessia Marcuzzi.

ORE 11.14 - "Questa estate di tempo se ne è perso veramente tanto, da parte più o meno di tutti". E' il giudizio impietoso dell'infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano, Massimo Galli.

ORE 11.08 - Cosa succede ai tempi di Covid-19 quando un paziente in attesa al pronto soccorso fa un colpo di tosse? La risposta arriva da uno studio dell'ospedale Bambino Gesù di Roma, condotto con lo spin-off universitario Ergon Research e la Sima (Società italiana di medicina ambientale), pubblicato su 'Environmental Research'. Attraverso una simulazione in 3D, i ricercatori dell'Irccs pediatrico capitolino hanno riprodotto il movimento esatto delle particelle biologiche nell'ambiente e l'impatto dei sistemi di aerazione sulla loro dispersione. Un lavoro che fornisce "informazioni importanti per contenere la diffusione del virus Sars-CoV2 negli ambienti chiusi anche attraverso il trattamento dell'aria", spiegano gli autori.

ORE 10.48 - Botta e risposta tra Beppe Severgnini e Alberto Zangrillo sui pazienti Covid e la gravità dei casi che arrivano nei pronto soccorso.

ORE 10.45 - "Mi ha presa! Sto bene". Con queste parole Ornella Vanoni annuncia su Facebook di essere stata contagiata dal Coronavirus.

ORE 10.35 - Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, torna sul tema lockdown dopo aver espresso ieri la sua contrarietà alle ipotesi. "Non voglio rischiare che ci siano fraintendimenti e poca chiarezza in questi giorni critici", spiega nel suo video sui social. "Non c'è un partito del 'no lockdown' rappresentato da me e De Magistris, per esempio, e un partito del lockdown rappresentato dal ministero della Salute. Non è così". Ma la sua richiesta è netta: Se a Milano questo lockdown "s'ha da fare, io da sindaco, da padre di questa comunità, voglio essere coinvolto, voglio vedere i dati, voglio essere partecipe della decisione". E ancora: "Non voglio - dice - vedere ipotesi sui giornali, fatte filtrare, anzi comunicate da un consulente del ministero della Salute. Chiedo di essere partecipe".

ORE 10.18 - "E' importante che le persone con più di 70 anni sappiano che, se si ammalano" di Covid-19 e per caso "dovessero arrivare in rianimazione, uno su due morirà. Questa è l'informazione importante che dobbiamo dare" per invitare gli anziani a proteggersi secondo Giuseppe Remuzzi, direttore dell'Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri Irccs, oggi ai microfoni di 'Radio anch'io' su Rai Radio 1.

ORE 10.02 - Conte: "Dpcm contro diffusione subdola e repentina virus"

ORE 9.49 - "I sacrifici degli italiani, reclusi per due mesi fra marzo e aprile, sono stati gettati alle ortiche". "Noi pensiamo che quello che non è stato fatto fra maggio e ottobre debba assolutamente essere fatto ora". Così inizia e così si chiude un documento redatto da 10 studiosi che lanciano una "operazione verità" ricostruendo 10 errori gravi commessi dalle istituzioni, e innanzitutto dal Governo, nella gestione dell'epidemia. Il documento è sottoscritto da Nicola Casagli, Pierluigi Contucci, Andrea Crisanti, Paolo Gasparini, Francesco Manfredi, Giovanni Orsina, Luca Ricolfi, Stefano Ruffo, Giuseppe Valditara, Claudio Zucchelli.

ORE 9.20 - Per l'Italia si tratta di capire "quando arriveremo alla situazione francese, non se vi arriveremo". E' l'infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano, Massimo Galli, a spiegarlo intervenendo oggi ad 'Agorà' su Rai 3 che sottolinea: "Da una parte la curva" che segna l'andamento di Covid-19 in Italia "sale secondo le previsioni. Dall'altra probabilmente, ma devo verificarlo, forse oltre le previsioni. E questo è estremamente allarmante".

ORE 8:04 - Con i nuovi 49.881 contagi delle ultime 24 ore, l'India ha superato gli 8 milioni di positivi, per un totale di 8.040.203 infezioni e 120.527 decessi, 517 in più di ieri. A renderlo noto sono state le autorità sanitarie locali. L'India è il secondo paese a superare la soglia degli 8 milioni di positivi al virus, dopo gli Stati Uniti

ORE 7:30 - Nuovo record di casi di contagi registrati in 24 ore in Germania: le nuove infezioni sono state 16.774, stando al Robert Koch Institut, il numero più alto dall'inizio della pandemia. Il totale dei positivi è di 481.013, quello dei decessi 10.272, 89 in più rispetto al giorno prima.

ore 7.04 - "Il messaggio è che dobbiamo essere tranquilli, l’Italia sta reagendo in modo positivo". Lo ha detto Alberto Zangrillo, primario di anestesia e rianimazione dell'ospedale San Raffaele di Milano, ospite di ‘Stasera Italia’ su Rete Quatto.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.