Cerca

'Lockdown' è la parola dell'anno per il dizionario Collins

CRONACA
'Lockdown' è la parola dell'anno per il dizionario Collins

(Afp)

"Lockdown", il termine che ha segnato la vita di tutti noi nel 2020, è stata eletta come "parola dell'anno" dal dizionario Collins, il più diffuso della lingua inglese. Definito da Collins come "l'imposizione di severe restrizioni sui viaggi, l'interazione sociale e l'accesso agli spazi pubblici", "lockdown" è la voce lessicale che ha avuto il maggiore incremento di utilizzo nell'ultimo anno (un aumento del 6.000% secondo gli esperti lessicografi che redigono il vocabolario Collins e che monitorano a questo scopo carta stampata e web), secondo quanto riporta oggi il quotidiano londinese "The Guardian".


Tra le altre parole prese in esame come possibili "parole del 2020", ce ne erano diverse altre legate alla pandemia, come "coronavirus", "distanziamento sociale", "autoisolamento" e "lavoratore essenziale". Anche l'acronimo BLM, per "Black Lives Matter", era stato incluso nella rosa dei candidati. Definito da Collins come "un movimento che fa campagne contro la violenza e l'oppressione di matrice razziale", ha registrato un aumento del 581% nell'utilizzo in questi mesi.

Le parole dell'anno precedentemente scelte dal Collins erano state lo "sciopero per il clima" nel 2019, "monouso" nel 2018, "fake news" nel 2017 e "Brexit" nel 2016.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.