Home . Fatti . Esteri . Sochi 2014: Pussy Riot aggredite dai cosacchi durante performance

Sochi 2014: Pussy Riot aggredite dai cosacchi durante performance

ESTERI

Dopo l'arresto di ieri, le Pussy Riot ancora protagoniste di una clamorosa protesta a Sochi. Le cantanti punk diventate il simbolo della protesta anti-Putin, sono state aggredite e malmenate da un gruppo di cosacchi, incaricati della sicurezza dei Giochi Olimpici, mentre cercavano di fare una performance sotto uno dei cartelli olimpici.

Stando alle immagini circolate, uno dei cosacchi ha usato dello spray urticante contro le cantanti, mentre un altro ha usato una frusta per colpirle ed un altro ancora cercava di strappare loro i passamontagna colorati diventati ormai il trademark del gruppo. Maria Alekhina, che insieme a Nadezhda Tolokonnikova era stata fermata e trattenuta ieri per alcune ore, ha pubblicato su Twitter le foto che mostrano i lividi lasciati dalle frustrate e la foto di un uomo che ha partecipato alla protesta con un profondo taglio sul volto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.