Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Mo: le manovre di Netanyahu per dissuadere i falchi da nuova occupazione Gaza

Fu dipinto uno scenato da 'Seconda Guerra Mondiale'

ESTERI

Uno scenario da "incubo", da "Seconda Guerra Mondiale". E' quello che nei giorni scorsi fu dipinto dai vertici militari israeliani ai ministri del governo per dissuaderli dall'idea, avanzata da alcuni, come il ministro degli Esteri Avigdor Lieberman, di una nuova occupazione della Striscia di Gaza. Il tutto con la regia del premier Benjamin Netanyahu, fermamente intenzionato a sgomberare il tavolo da qualsiasi ipotesi di avventure militari troppo rischiose e costose in termini di vite umane e risorse


Alcuni media israeliani, grazie alle rivelazioni di membri del governo presenti alla "riunione intimidatoria", ricostruiscono l'accaduto. Gli ufficiali incaricati di illustrare lo scenario di una nuova occupazione di Gaza spiegarono ai ministri che l'operazione avrebbe richiesto anni di tempo e sarebbe costata la vita a centinaia di soldati. Senza contare i miliardi di shekel da dedicare all'impresa, visto che Israele avrebbe anche dovuto farsi carico delle condizioni di vita della popolazione della Striscia. (segue)



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.