Cerca
Home . Fatti . Esteri .

Traghetto sudcoreano, 36 anni di carcere al capitano. Per lui l'accusa aveva chiesto la pena di morte

ESTERI
Traghetto sudcoreano, 36 anni di carcere al capitano. Per lui l'accusa aveva chiesto la pena di morte

(Xinhua)

Lee Joon Seok, il capitano del traghetto sudcoreano affondato lo scorso aprile e costato la vita di oltre 300 passeggeri a bordo, la maggioranza dei quali studenti di un liceo in gita scolastica, è stato condannato a 36 anni di carcere.


L'uomo è stato condannato per inosservanza dei suoi doveri, per avere abbandonato i passeggeri a bordo della nave, ma non è stato trovato colpevole di omicidio. Al processo, che si è tenuto nella città di Gwangju, l'accusa aveva chiesto la pena di morte.

Il Sewol era affondato lo scorso 16 aprile con 476 persone a bordo. Ad oggi sono stati recuperati 295 corpi, mentre 9 persone risultano ancora disperse.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.